menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, anche Latina si sveglia zona rossa. Coletta alla città: "Ognuno diventi responsabile"

Spostamenti vietati se non per comprovati motivi. Il videomessaggio del primo cittadino dopo il nuovo decreto del premier Conte

Dopo il decreto annunciato dal premier Giuseppe Conte che estende a tutta la Penisola la "zona rossa", un nuovo videomessaggio del sindaco di Latina Damiano Coletta rivolto alla città. "C'è stata una risposta da parte della Presidenza del Consiglio a una volontà che, credo, la totalità di noi sindaci auspicava. Queste situazioni di differenza davano luogo a interpretazioni che nella sostanza dovevano andare in un'unica direzione: restare a casa".

Decreto "Io resto a casa": cosa si può fare e cosa non si può fare 

"Aspettiamo adesso la firma e la comunicazione del decreto che non si discosterà però dalle declinazioni dell'articolo 1 che, in sostanza, dice di evitare ogni spostamento delle persone in entrata e in uscita dai territori nonché all'interno degli stessi, salvo che per lavoro, stato di necessità e motivi di salute". Comunicata anche la proroga della sospensione delle attività didattiche fino al 3 aprile. "L'appello ha aggiunto il primo cittadino nel suo discorso - è che ognuno diventi responsabile di un processo virtuoso che è necessario attivare, evitare il contagio attraverso il contatto. Ce la faremo. Questa decisione più drastica ci darà più sicurezza perché ci fa comprendere la gravità della situazione".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento