menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirus, primo caso a Nettuno. Sindaco: “State in casa. Insieme supereremo anche questa”

E’ l’Amministrazione a dare conferma del primo caso. Il primo cittadino invita tutti “a tenere il comportamento più prudente possibile”

Primo caso di Coronavirus anche a Nettuno. A darne conferma il sindaco della cittadina sul litorale laziale Alessandro Coppola. “Ho ricevuto comunicazione del primo caso di Covid 19 a Nettuno” ha dichiarato Coppola. “Come primo cittadino di Nettuno voglio intervenire sulla situazione da una parte rassicurando i cittadini, dall’altra invitando tutti a tenere il comportamento più prudente possibile.

I sanitari stanno operando nella massima sicurezza e con impegno nell’interesse di della cittadinanza ma sono i cittadini che possono fare la differenza nel fermare il virus: state in casa, giovani e anziani, non organizzate riunioni e assembramenti, rispettate le distanze di sicurezza, lavatevi le mani ed evitate luoghi affollati". 

"I cittadini con un comportamento corretto possono fare la differenza - psosegue il sindaco -. Sarò io il primo a dare il buon esempio e a ridurre tutte le attività sociali non necessarie. Al contempo sarò sempre in prima fila per tutelare la città e i cittadini anche dal Coronavirus: insieme supereremo anche questa, con l’impegno di ognuno a tenere il giusto comportamento in una fase di emergenza nazionale”.

"All’esito delle ulteriori analisi che sono state effettuate ieri su una donna di Nettuno, dall’Ospedale Spallanzani di Roma, confermano il caso positivo al Covid - 19 - ha poi aggiunto questa mattina il sindaco Coppola con una nota -. La paziente della nostra cittadina, a cui facciamo i migliori auguri per una pronta guarigione, è attualmente ricoverata presso l’ospedale romano in terapia intensiva. Le sue condizioni, ci dicono i medici, sono serie. Rinnovo quindi l’invito a tutti i cittadini di attenersi scrupolosamente alle indicazioni del Governo e della Regione Invito gli anziani a restare a casa o uscire all’area aperta senza avvicinare altre persone, ad evitare i luoghi di affollamento e a non scambiare gesti di saluto. Non andate negli studi medici e, nel dubbio di avere il contagio non andate in ospedale né in pronto soccorso ma chiamate i numeri di pubblica utilità 112 o 1500.

Invito tutta la popolazione di Nettuno, con particolare riguardo ai giovani che sono meno a rischio ma veicolano il virus e sono fonte di rischio per i parenti più anziani, ad attenersi ai comportamenti di prudenza più alta per evitare che le misure di sicurezza nazionale già applicate in altre Regioni e Province possano diventare necessari anche da noi. Infine invito i cittadini ad evitare comportamenti isterici e da caccia alle streghe, rispettando la dignità delle persone e della famiglie colpita dal virus. Non accetteremo comportamenti incivili in un momento in cui la comunità cittadina deve dare conto del proprio valore, della propria unità e della solidarietà umana che sempre ci deve caratterizzare. Insieme, uniti e solidali gli uni con gli altri, supereremo anche questo momento".

Nel Lazio 

Secondo quanto riferito nel pomeriggio di ieri, domenica 8 marzo, dall’Assessorato alla Sanità della Regione sono 84 nel Lazio i casi positivi al Covid-19, oltre i 3 guariti. Di questi, 26 sono in isolamento domiciliare, 47 sono ricoverati non in terapia intensiva e 8 sono ricoverati in terapia intensiva

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento