Cronaca

Coronavirus a Pomezia: positivi anche la moglie, i due figli e la cognata del poliziotto

Gli aggiornamenti che arrivano dallo Spallanzani di Roma. I familiari dell’agente sottoposti a sorveglianza sanitaria domiciliare da parte della Asl

Arriva anche dall’ospedale Spallanzani di Roma la conferma della positività al Coronavirus del poliziotto di Pomezia. E’ quanto si legge infatti nell’ultimo bollettino del nosocomio capitolino che parla di 7 casi positivi ricoverati ad oggi, lunedì 2 marzo, compresa la coppia cinese ormai negativizzata. 

Tra questi sette casi proprio l’agente in servizio presso il Commissariato di Spinaceto con un link epidemiologico lombardo. Positivi sono risultati anche la moglie dell’uomo, i due figli e una cognata. “Il nucleo familiare, composto dalla moglie, due figli ed una cognata, positivi al test, è sottoposto a sorveglianza sanitaria domiciliare da parte della Asl competente” si legge ancora nel bollettino dello Spallanzani. 

Già da questa mattina, anche su suggerimento della Asl si Roma 6 si è proceduto a Pomezia alla sospensione in via precauzionale,ed in attesa del completamento dell’indagine epidemiologica” delle attività didattiche del Liceo Pascal frequentato da uno dei figli. La Regione Lazio, d'accordo con il rettore de La Sapienza, ha sospeso anche le lezioni del Corso di Laurea in Informatica della Università Sapienza di Roma, canale AL, frequentato dall’altro figlio.

“Il sindaco ha appena incontrato i dirigenti scolastici degli istituti di Pomezia per un confronto sulla situazione, ribadendo le indicazioni del Ministero e della Regione Lazio sulla prevenzione e sulla sanificazione delle aree - fanno sapere dal Comune di Pomezia attraverso una nota -. Il liceo Pascal rimane chiuso fino a nuova comunicazione. La Asl sta ricostruendo tutti i contatti con il nucleo familiare interessato per eseguire il protocollo sanitario. Si raccomanda di non creare allarmismo e di seguire le indicazioni fornite dalle autorità”. In questo senso l'assessore D'Amato ha fatto sapere di essere in contatto con il sindaco di Pomezia Zuccalà: "Si sta svolgendo un lavoro di coordinamento con il Comune  e la Asl Roma 6 per ricostruire la filiera dei contatti stretti dei casi positivi" ha fatto sapere.

Coronavirus: ordinanza della Regione Lazio

Ancora ricoverata la famiglia di Fiumicino 

Come emerge sempre dal bollettino dello Spallanzani, risulta ancora ricoverata la famiglia di Fiumicino composta da madre, padre e figlia con link epidemiologico lombardo. “L’altro figlio, che si conferma negativo - si legge -, è posto in sorveglianza con la zia” presso l’istituto della Capitale. “E’ ricoverato, infine - si legge ancora -, un ulteriore caso positivo, con un link epidemiologico veneto. Tutti i ricoverati sono in condizioni cliniche che non destano preoccupazioni ad eccezione di un caso che presenta una polmonite interstiziale bilaterale in terapia antivirale”.

Vigile del fuoco positivo 

Segnalato anche il caso di test positivo al Coronavirus effettuato su un giovane allievo Vigile del Fuoco dell’87 Corso, proveniente da Piacenza ed attualmente in sorveglianza sanitaria presso la caserma di Capannelle. "Sono state attivate, insieme al Comando dei Vigili del Fuoco tutte le misure di sicurezza e di sorveglianza previste dalle attuali procedure”.

Il bolelttino dello Spallanzani

Per concludere poi i numeri generali dello Spallanzani: ad oggi sono stati valutati 216 pazienti; di questi 181 risultati negativi al test, sono stati dimessi. Trentacinquesono i pazienti tutt’ora ricoverati. 

D’Amato: “Non abbiamo focolai”

“Sicuramente in questa settimana abbiamo un oggettivo incremento dei numeri. Ma la cosa importante è che sono incrementi derivanti da link riconducibili a zone di provenienza in cui ci sono focolai” ha detto l'assessore alla Sanità del Lazio D'Amato. "Non abbiamo focolai autoctoni a livello regionale- ha proseguito D'Amato- perché tutti i casi che sono stati finora esaminati hanno dei link riconducibili a zone della Lombardia, a zone del Veneto e da oggi anche a zone dell'Emilia Romagna, con il giovane vigile del fuoco proveniente da Piacenza che lavora nella Caserma di Capannelle".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Coronavirus a Pomezia: positivi anche la moglie, i due figli e la cognata del poliziotto

LatinaToday è in caricamento