menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Coronavirius a Pomezia: positivo un poliziotto. Regione: “Ricostruiti i contatti stretti”

Assessorato alla Sanità: “Contatti stretti posti sotto sorveglianza sanitaria. Confermato il link epidemiologico con la Lombardia”

E’ un poliziotto l’uomo risultato positivo al Coronavirus, padre dello studente di Pomezia. Ad ufficializzare il caso dell’agente della Questura di Roma, che risulta ricoverato allo Spallanzani, è stato l’Assessorato alla Sanità della Regione Lazio. "Test eseguiti durante la notte confermano positività al covi-19. Sono stati informati il Prefetto e il Questore. Ricostruiti tutti i contatti stretti e posti sotto sorveglianza sanitaria. Si conferma il link epidemiologico con la Regione Lombardia”. 

Secondo la ricostruzione, come riporta RomaToday, l'agente, un 50enne in servizio presso il commissariato Spinaceto e residente a Torvaianica, a febbraio avrebbe ricevuto la visita di un amico dalla Lombardia e dopo qualche giorno ha cominciato ad avvertire i sintomi. Insospettito, ha avvisato i superiori ed il primo test (al policlinico Gemelli) ne ha constatato la positività al Covid-19. Caso confermato poi, nella notte, all'Istituto Spallanzani di Roma.

Intanto l’Amministrazione in via precauzionale ha disposto la chiusura dell’istituto Pascal, frequentato dal figlio dell'uomo, invitando comunque i cittadini ad evitare allarmismi. La Asl di Roma 6, infatti, ha dato indicazioni al Comune di procedere a una sospensione temporanea delle attività didattiche al fine di completare l'indagine epidemiologica. Anche l'ufficio dell'agente potrebbe essere decontaminato nei prossimi giorni.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento