Cronaca

L'ex sindaco di Sabaudia Salvatore Schintu guarito dal Covid: "Uscito da un incubo"

Il medico negativo al secondo tampone. Ora racconta la sua esperienza in un post pubblicato su Facebook accompagnato da una foto del suo ricovero

Un'immagine di Salvatore Schintu ricoverato al Goretti

Il 20 aprile è stato dimesso dal Goretti ed è potuto tornare a casa, dopo un ricovero durato 37 giorni. L'ex sindaco di Sabaudia e medico Salvatore Schintu, infettato dal covid, è ora negativo al secondo tampone. Ad annunciarlo è stato lui stesso attraverso la sua pagina Facebook, su cui ha pubblicato anche una foto che gli è stata scattata durante il ricovero. Il post Schintu è una testimonianza del dolore e delle difficoltà attraversate e della paura.

"Questa mattina - ha raccontato - una cortese voce femminile dalla Asl mi ha comunicato che il tampone naso faringeo eseguito ieri, così come quello del 6 maggio, era negativo per la ricerca del Sars cov 2. Sono passati due mesi, precisamente 60 giorni dal ricovero.

Sono uscito da un incubo. Ho voluto inserire una foto che mi è stata fatta, credo da un collega, mentre un’infermiera tramite una finestrella nel casco mi somministrava la terapia orale, affinché tutti gli amici ne traggano monito a non disattendere le prescrizioni delle autorità. È stata un’esperienza dura. Ne conservo gli esiti nei miei polmoni e nella mia mente. Mio cugino Guido mi ha detto, qualche giorno fa: Nino ora vedrai il mondo con i colori più vivi. Ha ragione. Ora cercherò’ di recuperare le forze e mi sono posto come obiettivo di tornare al lavoro ai primi di giugno. Ringrazio nuovamente sia tutto lo staff medico e paramedico del Goretti, i suoi vertici amministrativi e le autorità politiche che hanno concorso a realizzare i reparti Covid".

Coronavirus Latina e provincia: le notizie di oggi
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'ex sindaco di Sabaudia Salvatore Schintu guarito dal Covid: "Uscito da un incubo"

LatinaToday è in caricamento