rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca

Criminalità, Iannuzzi: “Assicurare legalità, sicurezza e libertà d’espressione”

Interrogazione parlamentare del deputato di Latina del Gruppo Misto alla Camera anche alla luce dell’operazione Don’t Touch della polizia che ha portato all’arresto di 24 persone

Necessario assicurare legalità, sicurezza e libertà d’espressione”: è l’appello del deputato di Latina del Gruppo Misto alla Camera, Cristian Iannuzzi, che interviene dopo l’operazione Don’t Touch di lunedì scorso.

“Sono 15 anni che nell’area pontina si assiste al dilagare di fenomeni speculativi agevolati dalle connessioni tra politica e organizzazioni affaristico malavitose: il sistema criminale e di potere, in grado di infiltrarsi nello Stato ed intimidire anche i professionisti dell’informazione, tengono in ostaggio Latina, condizionandone l’economia e la stessa vita sociale, ai danni dei cittadini e degli operatori onesti” afferma in una nota Iannuzzi.

“Il Governo e l’intera classe politica dirigente della provincia di Latina - afferma Iannuzzi - devono vergognarsi per non aver mai fatto niente in materia di sicurezza e lotta alle mafie sul territorio pontino. L’inchiesta “Don’t Touch” con cui si è pervenuti all'arresto di Costantino Cha Cha Di Silvio e Gianluca Tuma e delle altre 22 persone con l'accusa di associazione a delinquere, rappresenta per i cittadini un barlume di speranza”.

Il deputato chiarisce che “nell’attesa che vengano accertate dalla magistratura, in cui confidiamo, le responsabilità di Pasquale Maietta e dell’imprenditore Natan Altomare per i loro rapporti con esponenti malavitosi e rappresentati politici apicali, i cittadini di Latina onesti, attraverso la partecipazione alla manifestazione “L’ora della legalità” che si terrà domani in Piazza del Popolo, esigono dalle Istituzioni giustizia e sicurezza nel territorio pontino”.

Da qui l’interrogazione parlamentare presentata da Iannuzzi con cui sollecita “il Governo a potenziare urgentemente gli organici, le capacità e gli strumenti degli organi inquirenti presenti sul territorio laziale al fine di agevolare il controllo dell’area, implementare le attività di contrasto delle organizzazioni criminali, impedire lo sviluppo di un’economia parallela illecita, assicurare il rispetto della legalità e la sicurezza dei cittadini”.

LA SOLIDARIETA’ A VITTORIO BUONGIORNO - “Riguardo al grave episodio di intimidazione nei confronti del caporedattore Vittorio Buongiorno - conclude il deputato latinense - esprimo la mia solidarietà ed esorto l’intervento delle autorità per garantire libertà di stampa e di espressione a cittadini e giornalisti che ogni giorno si impegnano per tutelare il diritto dell'informazione nel nostro capoluogo”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità, Iannuzzi: “Assicurare legalità, sicurezza e libertà d’espressione”

LatinaToday è in caricamento