rotate-mobile
Cronaca

Criminalità organizzata, Latina tra le province laziali più a rischio

Quella pontina, dopo Roma, è la seconda provincia dove sono state totalizzate più denunce per il reato di associazione finalizzato al traffico di droga. L'allarme dell'associazione Libera

Il Lazio è la seconda regione, dopo la Lombardia, dove si concentrano le maggiori operazioni antidroga e il maggior numero di denunce per il reato di associazione finalizzato al traffico, e in questo la provincia pontina è una di quelle più a rischio.

A lanciare l’allarme sulla presenza della criminalità organizzata nella Lazio è l’associazione antimafia Libera che in un comunicato analizza quella che è la realtà locale dopo la brillante operazione che ha portato all’arresto di altri tre presunti killer del boss della 'ndrangheta a Roma Vincenzo Femia.

“L'operazione dimostra sempre di più la presenza capillare della criminalità organizzata nella Capitale. E' allarme rosso, con le cosche sempre più a caccia d'affari, come dimostrano i crescenti sequestri di beni immobili e soprattutto aziende” afferma Libera.

"Gratitudine alla magistratura e alle forze dell'ordine che stanno lavorando tanto e bene, e che hanno smantellato una pericolosa cellula di 'ndrangheta - prosegue la nota -. Se è vero che le mafie sono delle holding finanziarie, allora va da sé che puntino con forza su Roma e dintorni. Non si può più far finta di non sapere e non vedere, la politica in primis ha il dovere di mettere in campo tutte le forze e gli strumenti per contrastare la cupola criminale".

"Secondo l'ultima Relazione della Direzione Centrale per i Servizi Antidroga - segnala Libera - nel 2012 sono state 2.956 le operazioni antidroga nel Lazio (seconda regione d'Italia dopo la Lombardia) con un incremento (+2,75%) rispetto all'anno precedente. Nel Lazio si è registrato il 12,10% della cocaina sequestrata a livello nazionale. Sono state segnalate 4.584 persone all'Autorità giudiziaria per motivi di droga e le denunce hanno riguardato per il 91,47% il reato di traffico illecito.

Le province dove sono state totalizzate più denunce per il reato di associazione finalizzato al traffico sono state Roma con 343 e Latina con 37. Per mantenere accessi i riflettori su questo territorio e raccontare il positivo che esiste e lavora nella lotta alle mafie, si svolgerà proprio nel Lazio, a Latina, il prossimo 22 marzo, la Giornata della Memoria e dell'Impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità organizzata, Latina tra le province laziali più a rischio

LatinaToday è in caricamento