Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca Sermoneta / Via del Murillo

Corden Pharma, incontro per i 179 esuberi: la solidarietà di Chiarato

Previsto per oggi, mercoledì 25 luglio, un incontro in Confindustria in vista dell'appuntamento in Regione fissato per fine mese. Il consigliere di Città Nuove sollecita sindaco e giunta

Una giornata importante quella di oggi, un capitolo chiave nella vertenza della Corden Pharma iniziata dopo l’annuncio da parte dell’azienda dei 179 esuberi.

Oggi è previsto un nuovo incontro in Confindustria tra le organizzazioni sindacali e i vertici della società in vista del prossimo e fondamentale appuntamento in Regione fissato per il 30 luglio. Due le questioni fondamentali che verranno dibattute, innanzitutto il progetto di rilancio della Corden Pharma, ma sarà anche chiarire la posizione dei 179 lavoratori che sono stati dichiarati in esubero.

Intanto la solidarietà ai dipendenti del sito di via del Murillo a Sermoneta “che più di tutti stanno pagando i costi della grave recessione economica internazionale in corso” arriva dal gruppo consiliare di Città Nuove.

Non possiamo permetterci altri licenziamenti – dichiarano Giovanni Chiarato e Cesare Bruni -, questa è la peggiore delle crisi affrontate in provincia, prima di tutto per quello che rappresenta ed ha rappresentato questo sito e poi perché questi lavoratori per età dove potranno ricollocarsi”.

Ma Chiarato e Bruni si rivolgono anche al sindaco Di Giorgi e a tutta la giunta, ai quali chiedono di “farsi tramite affinché il Governo ed il Parlamento affrontino il tema al più presto, assumendo tutte le iniziative legislative ed esecutive necessarie alla risoluzione delle problematiche che interessano i lavoratori in mobilità, disoccupati ed in cassa integrazione, per evitare che gli stessi rimangano senza stipendio e senza pensione per tutto il periodo necessario a maturare i nuovi requisiti”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Corden Pharma, incontro per i 179 esuberi: la solidarietà di Chiarato

LatinaToday è in caricamento