Crisi idrica, vertice a Formia: “Subito interventi e sgravi a beneficio degli utenti”

Questo alcune delle priorità evidenziate dai sindaci del sud pontino che si rivolgeranno anche al prefetto, mentre a Formia esplode la rabbia dei cittadini

Il Comune di Formia

Interventi certi e immediati e sgravi a beneficio degli utenti colpiti dai disservizi: queste alcune delle richieste avanzate ad Acqualatina dai sindaci del sud pontino che ieri si sono riuniti a Fromia per affrontare la questione dell’emergenza idrica che da giorni attanaglia il territorio.

Intorno al tavolo seduti i primi cittadini di Formia, Gaeta, Minturno, Castelforte, Spigno Saturnia e Itri al termine di una settimana scandita da interruzioni idriche, acqua a singhiozzo e disagi per cittadini e attività. 

Una situazione, questa, che ritorna costante ogni anno, soprattutto in estate, e che ogni hanno ripresenta gli stessi caratteri di emergenza.  

FORMIA - La rabbia è esplosa tra i cittadini di Formia, indignati ed esasperati per una situazione che va avanti da giorni. Alle interruzioni idriche notturne, previste e annunciate da Acqualatina, per far fronte alla carenza idrica, “evitare lo svuotamento dei serbatoi e garantire la continuità di erogazione del servizio”, si sono aggiunti, infatti, anche i disagi nelle zone di Castellone, Pagnano, Santa Maria La noce a causa di un guasto sulla rete. 

Alta l’attenzione dell’amministrazione comunale, che dal pomeriggio di mercoledì 7 giugno ha attivato un ufficio di emergenza idrica per garantire l’erogazione a domicilio dell’acqua alle categorie sociali protette (anziani, disabili e malati), e che, come spiegano dall’Amministrazione, sarà attivo per il tempo necessario al completo superamento dell’emergenza idrica”. Comune che ad inizio settimana aveva incontrato Acqualatina a cui aveva avanzato precise richieste tra cui quelle di limitare le interruzioni controllate del flusso idrico alle sole ore notturne e nel fine settimana, chiudere l’acqua non prima della mezzanotte per non pregiudicare le attività produttive, elaborare un piano di interventi in previsione della festività di San Giovanni ed istituire forme di coordinamento per una più efficace informazione della popolazione.

DISSALATORI A GAETA: CHIESTO TAVOLO TECNICO 

I SINDACI - L’ultimo atto scritto nella giornata di ieri con la riunione dei sindaci in Comune a Formia che hanno messo in luce le priorità per affrontare l’emergenza acqua che interessa il sud pontino; volontà che saranno comunicate al Prefetto di Latina perché "possa esercitare la sua funzione di coordinamento a tutela della salute pubblica". 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

LE RICHIESTE DEI SINDACI

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, ecco la prima mascherina senza elastici: l’idea di un giovane di Priverno

  • Aperte anche le spiagge libere, ecco le regole: bagno fino alle 19 e distanze di sicurezza

  • Coronavirus: nel Lazio 21 nuovi casi, in provincia 544 contagi totali

  • Coronavirus: nuovi contagi distribuiti nei comuni di Latina, Maenza, Priverno e Cisterna

  • Stagione balneare al via, si torna al mare anche a Sabaudia: tutte le regole e i divieti

  • Coronavirus: nel Lazio solo 12 nuovi contagi, in provincia le vittime salgono a 35

Torna su
LatinaToday è in caricamento