Martedì, 3 Agosto 2021
Cronaca

Il Cristo del Circeo è tornato al porto. Il 25 aprile sarà inabissato di nuovo in mare

Dopo il restauro, la statua bronzea resterà in mostra sulla banchina per due settimane visibile ai turisti fino al 25 aprile quando sarà restituita al mare

Il Cristo del Circeo dopo il restauro

Fatto riemergere lo scorso ottobre, dopo essere rimasto sommerso nel fondale della Secchitella per 25 anni, il Cristo del Circeo è tornato nel porto della città lo scorso sabato 7 aprile, in attesa di essere inabissato nuovamente in mare. 

Dopo la sosta invernale nella Chiesa di Santa Maria degli Angeli dove Don Carlo Rinaldi l'ha ospitato in un posto d'onore, scoprendola dopo il restauro nel corso della Messa di Natale, e tornata come nuova nonostante i 25 anni di permanenza in mare, la statua bronzea resterà per più di due settimane in mostra sulla banchina tra i due moli principali del porto, prima di essere inabissata nuovamente nel corso di una cerimonia in programma il 25 aprile, a distanza di 26 anni dalla prima volta.

Nel frattempo, spiega l’Amministrazione comunale di San Felice Circeo in una nota, sono stati avviati, anche grazie al bel tempo dei giorni scorsi, i lavori preparatori sul fondale marino. I subacquei, nella giornata di venerdì 6 aprile, hanno portato a 18 metri di profondità e fissato il nuovo piedistallo fatto realizzare e che eleverà la statua di un metro circa. "Un'operazione che abbiamo ritenuto utile – spiega il gruppo storico di appassionati del mare che ha curato il progetto - perché in questo modo il Cristo del Circeo, che è ormai punto di riferimento e meta per tantissimi sub, sarà più visibile anche a distanza".

Anche per la presenza della statua, la Secchitella è un luogo dove flora e fauna marina sono particolarmente rispettate, suggestiva anche per la presenza di specie tropicali tra cui i barracuda che ormai popolano la zona.

La statua (restaurata a cura del bronzista Ignazio Colagrossi) resterà visibile anche ai turisti fino alla mattina del 25 aprile quando sarà restituita al mare. Le operazioni di inabissamento saranno realizzate con il supporto e in collaborazione dalla Cooperativa Circeo I, Signoriello Sporti, dai subacquei Marco Sottoriva, Sandro Signioriello, Massimo Martufi, Vittorino Caissutti e Gianluca Soffiati, e con il patrocinio del Comune di San Felice Circeo.

"Aspettiamo cittadini e turisti alla cerimonia di benedizione che precederà il ritorno in acqua della statua, speriamo siano in tanti. L'appuntamento, che avrà lo spirito di una festa – dice il sindaco Giuseppe Schiboni – è aperto a tutti e chi ne avrà la possibilità potrà unirsi anche al corteo a mare".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il Cristo del Circeo è tornato al porto. Il 25 aprile sarà inabissato di nuovo in mare

LatinaToday è in caricamento