rotate-mobile
Domenica, 28 Novembre 2021
Cronaca Ventotene

Tragedia di Ventotene, condanne confermate in appello per i quattro imputati

Nel crollo di un costone a Cala Rossano rimasero uccise Sara Panuccio e Francesca Colonnello. Il procuratore generale aveva chiesto la conferma della sentenza emessa in primo grado Giuseppe Assenso, Pasquale Roma, Vito Biondo e Luciano Pizzuti

Processo d’appello per la tragedia di Ventotene, in cui, il 20 aprile del 2010, persero la vita le due giovani studentesse romane Sara Panuccio e Francesca Colonello. La Corte d’Appello di Roma ha confermato le condanne di primo grado per i quattro imputati del processo per omicidio colposo, così come richiesto dal procuratore generale.

L’ex sindaco Giuseppe Assenso e Pasquale Romano, responsabile dell’ufficio tecnico del Comune, sono stati quindi condannati a due anni e quattro mesi, mentre a carico di Vito Biondo, anche lui ex primo cittadino dell’isola, e per Luciano Pizzuti, ingegnere del Genio Civile, è stata confermata la condanna a un anno e dieci mesi con sospensione della pena.

Le due studentesse di Roma si trovavano in gita scolastica sull’isola di Ventotene ed erano sulla spiaggia di Cala Rossano quando vennero travolte dal crollo di un costone. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di Ventotene, condanne confermate in appello per i quattro imputati

LatinaToday è in caricamento