Mercoledì, 28 Luglio 2021
Cronaca

L’ultimo saluto a David e Daniel Fusinato, lacrime e commozione ai funerali dei due fratellini uccisi ad Ardea

Le esequie nella chiesa di Santa Maria Regina Pacis di Ostia circondata da corone di fiori e palloncini bianchi e azzurri: un lungo applauso ha accolto l’arrivo dei feretri

(foto ANSA/ EMANUELE VALERI)

Oggi è il giorno del dolore, è il giorno dell’ultimo saluto a David e Daniel Fusinato, i due fratellini di 5 e 10 anni uccisi a colpi di pistola insieme al 74enne Salvatore Ranieri nella strage di Colle Romito ad Ardea da Andrea Pignani, prima che questi si togliesse la vita nella sua villetta.

E' la chiesa Santa Maria Regina Pacis di Ostia ad ospitare i funerali dei due bambini ed in tanti già un’ora prima dell’inizio delle esequie fissato per le 14 hanno raggiunto il piazzale circostante per far sentire la loro vicinanza ai familiari di David e Daniel. L'area è stata completamente transennata, importante anche il dispiegamento di forze dell'ordine per garantire la sicurezza.

All’esterno della chiesa decine di palloncini bianchi e azzurri, le tante corone di fiori ed uno striscione degli Ultras Lazio: "Ciao Daniel e David, che i vostri cuori volino più in alto della follia di questo mondo”. Un lungo e commovente applauso ha accolto poi l’arrivo davanti la chiesa dei due feretri, seguiti dalla mamma di David e Daniel Fusinato; poi di nuovo silenzio, perchè non ci sono parole che possano dar voce allo strazio per la perdita di due vite così giovani. Il tutto nel più profondo rispetto per la famiglia dei due fratellini, che già nei giorni scorsi attraverso il suo legale, l'avvocato Diamante Ceci, aveva chiesto ai media una partecipazione "discreta e rispettosa del loro incommensurabile dolore”.

funerali_david_daniel_ardea-2

Al termine della messa sono stati letti alcuni messaggi; un compagno di scuola di David ricorda un episodio in classe, poi un'altra lettura: "Sono anch'io una mamma e immagino l'immenso dolore dei genitori. Innanzitutto comincio a chiedere perdono per quello che vi è stato fatto. Domenica 13 giugno siete usciti di casa per andare a giocare, come fanno tutti i bambini del mondo. Era una splendida giornata di sole, qualcosa però ha trasformato questa splendida giornata in tragedia e dolore. Personalmente mi sono fatta mille domande, perché i bambini? Perché prendersela con due piccoli indifesi? Perché tanta cattiveria? Non sono riuscita a rispondere a queste domande. Sono solo tanto arrabbiata, delusa, addolorata per questi poveri genitori ai quali sono stati portati via i loro figliuoli. Gesù accolga loro con gioia e serenità tra gli angeli. Daniel - aggiunge con la voce rotta dalle lacrime - spero che anche dal cielo potrai continuare a giocare e coltivare la passione della tua squadra del cuore: la Lazio. Insieme al tuo fratellino David". Un lungo, interminabile applauso accoglie queste parole commosse. 
Poi all’esterno della chiesa, al termine delle esequie i palloncini sono stati fatti volare in cielo tra l'azzurro sparato dai fumogeni. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L’ultimo saluto a David e Daniel Fusinato, lacrime e commozione ai funerali dei due fratellini uccisi ad Ardea

LatinaToday è in caricamento