Cronaca

Omicidio di Igor Franchini, il giallo arriva su “Un giorno in pretura”

La trasmissione di Raitre, nelle ultime due puntate del 13 e 20 ottobre scorsi, ha ripercorso le tappe fondamentali del processo nei confronti di Giovanni Morlando

Riflettori sul delitto di Igor Franchini, il ballerino di Scauri di soli 19 anni ucciso nel gennaio del 2009.

Le ultime due puntate della trasmissione di Raitre “Un giorno in pretura”, in onda il sabato sera alle 23.40, hanno riacceso l’attenzione sull’efferato delitto che all’epoca ha sconvolto la società pontina e non solo.

Le telecamere della Rai tornano nella sala della Corte d’assise di Latina dove si è svolto il processo ripercorrendo le tappe fondamentale che hanno scandito gli attimi, i giorni prima dell’omicidio e i mesi successivi.

Il 19enne ballerino di Scauri scompare il 24 gennaio del 2009; il suo corpo senza vita viene ritrovato qualche giorno dopo, al termine di frenetiche ricerche. Al momento del ritrovamento il corpo è semicarbonizzato; il giovane ucciso con 43 coltellate.

Le indagini scandagliano i rapporti familiari e le frequentazioni della vittima senza raggiungere risultati. Finché una fonte confidenziale fornisce la soluzione: il ballerino è stato ucciso nell’abitazione di un amico che, dopo molti interrogatori, confessa di aver partecipato all’omicidio. Il ragazzo, Andrea Casciello, però accusa come responsabile materiale un amico comune, un giovane di Formia, Giovanni Morlando che in aula protesta la sua innocenza sostenendo che per l’ora dell’omicidio si trovava altrove.

L’accusa tenta di dimostrare la falsità di questo alibi. Due sentenze contrapposte, primo grado e appello, pongono fine a questa vicenda processuale. La II Corte d’Assise d’Appello di Roma, infatti, lo scorso 30 gennaio ha assolto Giovanni Morlando condannandolo però a tre anni per tentata soppressione di cadavere e assolvendolo per l’accusa di danneggiamento e incendio dell’auto della vittima. La sentenza di primo grado lo aveva, invece, condannato a 26 anni di reclusione.

La Corte d’Assise d’Appello di Roma, dopo che in primo grado Andrea Casciello era stato già condannato a diciotto anni, ha ridotto la sua pena a 14 anni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio di Igor Franchini, il giallo arriva su “Un giorno in pretura”

LatinaToday è in caricamento