rotate-mobile
Cronaca Centro

Denunciata per truffa un'impiegata "infedele" dell'ufficio postale

Un'accurata attività di indagine della polizia ha permesso di scoprire che la donna, beneficiaria della 104 per assistere il padre malato, si era in realtà recata all'estero e a fare trattamenti di bellezza

Un’impiegata delle Poste di Latina è stata sospesa dal servizio, è stata denunciata per truffa e ora rischia la reclusione da uno a cinque anni. La dipendente “infedele” era beneficiaria della legge 104 per prendersi cura del padre 80enne che abita a Napoli ed è affetto da una grave disabilità. Tre giorni al mese la donna era quindi dispensata dal recarsi al lavoro, come consentito dalla legge che agevola l’assistenza per le persone con handicap. Ma invece di prestare le cure al padre e recarsi a Napoli, si dedicava tranquillamente al giardinaggio, effettuava trattamenti di bellezza presso un centro estetico e si era addirittura concessa un viaggio di tre giorni a Bruxelles.

La donna è stata quindi denunciata per truffa dopo un’attività di indagine della polizia. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Denunciata per truffa un'impiegata "infedele" dell'ufficio postale

LatinaToday è in caricamento