Scoperto deposito di rifiuti pericolosi a Gaeta, una donna denunciata dai carabinieri

Sequestrato il terreno di circa mille metri quadri dove la donna aveva accumulato e depositato in modo incontrollato, rifiuti pericolosi eterogenei quali plastica, materiale ferroso ed altro di cui si sconosce l'origine e provenienza

Un deposito di rifiuti pericolosi è stato scoperto dai carabinieri a Gaeta in località Venticinque Ponti. 

Una donna è stata denunciata in stato di libertà mentre il terreno è stato sequestrato. 

In particolare, i militari hanno accertato che la donna su di un terreno di proprietà di circa 1000 metri quadrati aveva accumulato e depositava in modo incontrollato rifiuti pericolosi eterogenei quali plastica, materiale ferroso ed altro di cui si sconosce l’origine e provenienza. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Coronavirus Latina: 4 nuovi casi in provincia. Registrati in 3 diversi comuni

  • Operazione di polizia "Dirty glass": 11 arresti e quattro società sequestrate

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento