Sabato, 16 Ottobre 2021
Cronaca

32 anni di Daspo e 6 di carcere. La Digos di Latina arresta ultras della Juve Stabia

Il 30enne era domiciliato a Latina e si era reso irreperibile. Per lui anche 15.400 euro di multa, arrestato dopo una laboriosa indagine sul territorio nazionale

E’ domiciliato a Latina il 30 enne arrestato l'altro ieri dalla Squadra Tifoserie della locale Digos, che ha proceduto insieme ai colleghi della Squadra Mobile della Questura di Latina.

In manette è finito D.V.F. in esecuzione di un ordine emesso dal Tribunale Ordinario di Torre Annunziata. Il giovane, ultras della compagine calcistica della Juve Stabia di Castellammare di Stabia, dove lo stesso è nato, è stato destinatario di un provvedimento Daspo nel 2007 da parte del Questore di Napoli.

Il 30enne ha reiteratamente violato gli obblighi di firma imposti dalla misura di prevenzione emessa, si è reso responsabile di più violazioni dello stesso reato, che hanno determinato un cumulo pena per un totale di anni 6 e mesi 8 di reclusione, 15.433 di multa ed una pena accessoria di divieto di accedere agli impianti sportivi dove si svolgono incontri di calcio della compagine della Juve Stabia: il supporter campano non potrà più seguire le sue amate “vespe” per i prossimi 32 anni.

D.V.F, che già prima della emissione del provvedimento restrittivo era domiciliato a Latina, da tempo si era reso irreperibile.

L’arresto è avvenuto nel comune campano di Camposano, in provincia di Napoli, dopo una laboriosa attività investigativa che ha permesso di ricostruire gli spostamenti del 30enne sul territorio nazionale fino ad individuarlo  presso una abitazione di fortuna dove era giunto nella stessa giornata.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

32 anni di Daspo e 6 di carcere. La Digos di Latina arresta ultras della Juve Stabia

LatinaToday è in caricamento