Cronaca

Piano scuole, dopo polemiche e proteste ecco i nuovi 12 istituti

Sono stati mesi di proposte e revisioni, di braccia incrociate dai dirigenti scontenti per tagli e fusioni. Ufficializzato il nuovo assetto approvato dalla Regione che riguarda Latina

Saranno 12 gli istituti comprensivi nel capoluogo pontino. Questo dovrebbe essere l’ultima parola apposta al piano di dimensionamento scolastico che tanto ha fatto discutere negli ultimi mesi.

Non 10 come era stato proposto dal Comune, e neanche 11 come invece aveva suggerito la Provincia. L’annuncio è stato dato nella giornata di ieri dall’assessore Marilena Sovrani durante un incontro che si è tenuto al Palacultura con tutti i dirigenti degli istituti scolastici che sono stati aggiornati sull’assetto definitivo stabilito dalla Regione.

Manca per ora, e ciò dovrà avvenire entro oggi, la definizione della sede fisica delle 12 nuove dirigenze.

IL PIANO – L'ex VIII circolo della Rodari si fonderà con la media Leonardo da Vinci e l'elementare di via Fiuggi costituendo il più grande istituto comprensivo in termini di numeri seguito da quello che vede l’unione tra il IV circolo della Goldoni con la media Giuliano comprendente la Scuola d'Infanzia Giovanni Paolo II.

La scuola media Volta di Via Botticelli sarà aggregata (con sede proprio in via Botticelli) alla scuola d'infanzia di Via degli Aurunci e alla primaria di Piazza Moro.

La direzione dell'ex V Circolo incorporerà le scuole d'infanzia di Via Ezio e Pantanaccio e la primaria del Gionchetto ma anche la scuola d'infanzia di Via Pasubio e la primaria di Via Col di Lana.

Certa è anche la fusione tra l’istituto di Piazza Dante e la media Cena, anche se per ora ancora non è stata definita la sede della dirigenza.

La scuola di Via Quarto si unisce alla media Corradini di Via Amaseno. Ha vinto la sua battaglia il VII circolo che non è stato smembrato e ha acquisito anche la scuola d'Infanzia di Via Aniene e la primaria di Via Po. L'istituto della Don Milani aggrega plessi viciniori.

Uno sguardi viene gettato anche alle zone periferiche del capoluogo. A Latina Scalo, infine, il VI Circolo Caetani si fonderà con la media Manuzio, mentre per quanto riguarda i borghi, mantengono i loro istituti comprensivi Podgora e Sabotino rispettivamente con il Prampolini e il Fabiano. Per i Borghi dell’est è stato previsto un unico istituto, il 12esimo, che racchiuderà Borgo Isonzo e Grappa, Borgo S. Michele, Borgo Faiti e Tor Tre Ponti.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano scuole, dopo polemiche e proteste ecco i nuovi 12 istituti

LatinaToday è in caricamento