Cronaca Centro / Piazza Dante Alighieri

Dimensionamento scolastico, l’istituto Cena non ci sta: “Presenteremo ricorso al Tar”

La decisione del Consiglio d’Istituto dopo l’approvazione a fine dicembre del piano da parte della Regione: “Ci sentiamo danneggiati”

L’istituto comprensivo Giovanni Cena non ci sta e dopo l’approvazione a dicembre da parte della Regione del piano di dimensionamento scolastico che prevede l’accorpamento della materna e dell’elementare di piazza Dante all’istituto comprensivo Alessandro Volta è pronto a fare ricorso al Tar. 

La comunicazione con una nota direttamente da parte dell’istituto che dichiara di sentirsi danneggiato. 

“Come noto - si legge -, la giunta regionale del Lazio, con delibera 919 del 28 dicembre 2017, ha approvato il piano di dimensionamento scolastico relativo all’istituto comprensivo Giovanni Cena di Latina, che prevede l’accorpamento all’istituto comprensivo A. Volta della scuola primaria O. Montiani e della scuola d’infanzia M. Ventre”. Per questo “il Consiglio d’istituto dell’I. C. Giovanni Cena, ritenendosi fortemente danneggiato, ha deliberato all’unanimità di presentare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale del Lazio, chiedendo contestualmente la sospensiva d’urgenza del provvedimento impugnato e dei suoi effetti in attesa della decisione nel merito”.

“Si coglie l’occasione per ringraziare le famiglie e il personale tutto per il contributo economico fornito che ha permesso di poter affrontare le spese legali” conclude l’istituto che prosegue la sua battaglia che nel novembre scorso l’aveva visto scendere in piazza e protestare contro il piano proposto dal Comune, e poi approvato dalla Regione.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dimensionamento scolastico, l’istituto Cena non ci sta: “Presenteremo ricorso al Tar”

LatinaToday è in caricamento