Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca

Trafugato a Littoria nel 1943, dipinto di Tosi ritrovato a Bergamo

L'opera, trafugata dopo l'armistizio al museo statale d'arte di Littoria, voluto dal Duce, era in possesso di un collezionista privato. Ritrovato dai carabinieri ora è stato riconsegnato Pinacoteca Civica di Latina

Dopo settanta anni torna a Latina. È stata ritrovato, infatti, e già riconsegnato alla Pinacoteca Civica di Latina dai carabinieri del Comando Tutela Patrimonio Culturale con sede a Monza, un dipinto trafugato dopo l'armistizio dell'8 settembre 1943 al museo statale d'arte di Littoria, come si chiamava allora la città pontina, costituito nel 1937 su personale richiesta del Duce.

Si tratta di un paesaggio olio su tela di Arturo Tosi, un dipinto 90 centimetri per 70 ora in possesso di un collezionista privato di Bergamo a cui i carabinieri sono arrivati dopo la pubblicazione del catalogo della mostra "Arturo Tosi, Natura e Emozione", che si era tenuta presso un'istituzione pubblica di Brescia nel 1998.

Le indagini dei militari del Comando Tutela, dopo aver visionato materiale fotografico inerente varie mostre ed aver visto una fotografia più recente dell'opera, sono risalite quindi al collezionista privato che venuto a conoscenza di quanto accaduto, lo ha consegnato immediatamente ai militari.

Dal museo voluto dal Duce dopo l'armistizio sparirono circa 700 opere e 300 sono censite in un catalogo apposito. Con il passare degli anni ne è stata ritrovata una buona parte, ma molte sono state probabilmente portate all'estero.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Trafugato a Littoria nel 1943, dipinto di Tosi ritrovato a Bergamo

LatinaToday è in caricamento