Cronaca Borgo Montello

Discarica, bonifica a rilento. Atteso l'ok per il rinnovo al conferimento

I dubbi dell'ambientalista Libralato: "La procedura per il rinnovo dell'autorizzazione ha presentato problemi. E la bonifica è ferma"

“L'autorizzazione al conferimento nella discarica di Borgo Montello, gestite dalle due aziende Ecoambiente e Indeco, è scaduta oltre un anno fa. La procedura per il rinnovo di tale autorizzazione che sembrava un fatto dovuto, stando alle cronache dei giornali, ha invece evidenziato diversi problemi ed anomalie”. È l'ambientalista Giorgio Libralato, ex esponente provinciale dei Verdi, a sollevare nuovamente l'impasse che riguarda l'impianto di Borgo Montello, per il quale sottolinea il perdurare delle situazioni del “sovraccarico falde già inquinate” e della “necessità della bonifica”.

“Il comune di Latina – riconosce Libralato – aveva meritoriamente approvato la delibera di perimetrazione e tutela assumendo nel contempo l'impegno e l'obbligo a risarcire le famiglie e le proprietà danneggiate dall'elevato e costante inquinamento della discarica certificato da otto anni dall'Arpa Lazio”. Sia l'Indeco che Ecoambiente hanno però presentato ricorso contro tale delibera. “Dalla riunione di ieri, si legge sulle cronache – prosegue l'ex esponente dei Verdi - finalmente le società Indeco ed Ecoambiente hanno accettato di collaborare con le istituzioni per il piano di bonifica, che però doveva essere già stato attuato e completato”.

Intanto continua, presso il Tribunale di Latina, la causa penale contro una delle sue società e alcuni suoi rappresentanti per l'inquinamento delle falde, con la costituzione di parte civile di 11 cittadini residenti nella zona di Borgo Montello. “È ovvio – avverte Libralato - che per tutte queste giuste attività meritorie degli enti interessati si dovrebbe anche ascoltare e informare la popolazione che deve subire, oltre alla servitù, i danni fisici ed economici già certificati”.

“Oltre al necessario rispetto della legge – afferma ancora l'ambientalista - è opportuno sensibilizzare e mettere a conoscenza chi è costretto a subire l'incapacità politica e amministrativa a mantenere in vita una discarica che, sembrerebbe, stando alle indagini della Procura di Velletri, non risponderebbe alle norme in materia, almeno per qualche comune. Per questo è auspicabile – chiosa Libralato - riprendere pubblicamente il tavolo della trasparenza già avviato dagli assessori all'ambiente del comune e della provincia di Latina. Va tutto bene ma informate i cittadini”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Discarica, bonifica a rilento. Atteso l'ok per il rinnovo al conferimento

LatinaToday è in caricamento