Cronaca Borgo Montello

Pd: “Rifiuti, una delibera che non risolve il problema della discarica”

Non convince il Partito democratico la decisione della giunta Di Giorgi di conferire i rifiuti non trattati in un impianto di Aprilia. Mattioli: "La strada intrapresa aggrava la situazione"

La decisione di conferire i rifiuti in uno dei due impianti autorizzati dalla Regione Lazio per il pre-trattamento degli stessi, salvo poi farli tornare a Borgo Montello per lo smaltimento, non piace al Pd. Gli esponenti democratici criticano la delibera approvata venerdì dalla giunta Di Giorgi e annunciata dal vicesindaco e assessore all’ambiente Fabrizio Cirilli. “È una delibera confusa che lascia inalterati i problemi e che rischia di far pesare sui cittadini di Latina il costo delle fratture interne al centrodestra che dilaniano i rapporti tra Comune, Provincia e Regione” è la stoccata del Partito democratico.

LE RAGIONI DELLA GIUNTA. “Se noi continuiamo a conferire i rifiuti senza alcun trattamento preventivo - aveva spiegato nei giorni scorsi il vicesindaco Cirilli illustrando le ragioni della delibera assunta dalla Giunta comunale - siamo fuorilegge. Si tratta di un reato penale se non si è autorizzati, e noi non lo siamo, a conferire in deroga tutto l’indifferenziato”. L’unica via attualmente praticabile è quindi quella del conferimento dei rifiuti presso l’impianto della società Rida ad Aprilia, perché l'altro sito autorizzato, quello della Ecoambiente a Borgo Montello, complice un ricorso al Tar, è ancora fermo.

LE CRITICHE DEL PD. “Ci avevano raccontato - commenta il consigliere comunale del Patito democratico Fabrizio Mattioli - che l’elezione del sindaco di Latina avrebbe risolto gran parte dei problemi del comune, soprattutto in materia di rifiuti, grazie alla famosa filiera di governo. Oggi ci accorgiamo che quella filiera, oltre a non funzionare, rappresenta anche un ostacolo per il Comune di Latina. Il vero obiettivo da perseguire era quello della chiusura della discarica di Borgo Montello e della definizione di più impianti di trattamento a livello provinciale. Solo il Comune di Latina, invece, conferirà i rifiuti indifferenziati nell’impianto di Aprilia, rifiuti che all’80% ritorneranno nella discarica di Borgo Montello gestita da Ecoambiente. Purtroppo la strada intrapresa al di fuori di ogni forma di coordinamento non fa altro che aggravare i problemi”.

Il Comune di Latina, sottolineano gli esponenti del Pd, "pagherà prima per il conferimento ad Aprilia e successivamente per il conferimento del sovvallo nella discarica di Ecoambiente determinando l’applicazione di una doppia tariffa alla quale andrà aggiunto il costo del trasporto".

"La posizione isolazionista del Comune di Latina - aggiunge il consigliere del Pd Alessandro Cozzolino - non risolve il problema della discarica, perché in quella di Indeco continueranno a conferire tutti gli altri comuni e a quella di Ecoambiente verrà allungata la vita. Quello che ci aspettavamo da un’amministrazione comunale era una presa di posizione per chiedere a tutti i comuni della provincia di aderire a un progetto e non il riacutizzarsi dello scontro politico e il lanciarsi in inutili dannose e rischiose fughe in avanti che verranno pagate a caro prezzo dagli abitanti di Latina".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Pd: “Rifiuti, una delibera che non risolve il problema della discarica”

LatinaToday è in caricamento