rotate-mobile
Martedì, 24 Maggio 2022
Cronaca

Bologna, disoccupato pontino sale su una gru per protesta: “Sono senza lavoro”

L'uomo di 37 anni originario della provincia di Latina disoccupato, per protesta per la mancanza di lavoro è salito sulla gru minacciando di buttarsi giù. Dopo 5 ore di trattative con la polizia ha desistito

È salito su una gru di un cantiere edile in pieno centro a Bologna per protesta. Con sé portava uno striscione con su scritto: “Sono italiano, pago le tasse. Senza lavoro cosa rimane ai nostri figli?''.

Lui è un uomo originario della provincia di Latina, con problemi di lavoro, protagonista questa mattina di una spettacolare protesta in pieno centro a Bologna, in via Oberdan, e convinto a scendere dopo circa cinque ore di trattative con la polizia.

La polizia è stata allertata questa mattina intorno alle 7.30 dal titolare dell'impresa che fa i lavori. Dopo essere giunti sul posto gli agenti hanno colloquiato con lui da un tetto vicino. Durante la sua protesta per la mancanza di lavoro, mentre camminava pericolosamente avanti e indietro sulla gru, ha gridato, tra le altre cose: ''Ci volete umiliare''.

Mentre a terra diverse persone hanno assistito alla scena, e la polizia continuava nella trattativa, sul posto sono giunti anche i vigili del fuoco che hanno installato un gonfiabili in terra.

Dopo cinque ore di colloqui, l'uomo, che inizialmente gridava, minacciando di buttarsi, facendo riferimento all'assenza di lavoro e a una figlia di 4 anni, e dopo essersi seduto tra i due bracci della gru, è stato convinto a desistere; dopo di che ha prima lanciato a terra lo zaino e lo striscione che aveva appeso, quindi è sceso.

AGGIORNAMENTI DA BOLOGNA

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bologna, disoccupato pontino sale su una gru per protesta: “Sono senza lavoro”

LatinaToday è in caricamento