Dispersi in mare da giorni: un secondo corpo rinvenuto al largo di Anzio

Potrebbe trattarsi dell’uomo uscito in barca con Maurizio Baglieri lo scorso 16 ottobre; difficile però il riconoscimento mentre è stato identificato il corpo del tappezziere 56enne. Nessuna traccia del natante

Un secondo corpo senza vita è stato rinvenuto nel mare di Anzio: il ritrovamento nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 20 ottobre. Potrebbe trattarsi di Fabio Falzone, il 70enne che lo scorso martedì era uscito in barca con Maurizio Baglieri per una battuta di pesca e di cui da allora non si avevano più notizie, risultato di fatto entrambi dispersi. 

Il rinvenimento del secondo corpo 

Il secondo corpo è affiorato dal mare a circa 40 miglia nelle acque di Anzio; il rinvenimento da parte di una nave carico intorno alle 18 di ieri. Sul posto è poi intervenuta la motovedetta classe 800 della Guardia Costiera di Anzio ed il corpo è stato recuperato. Secondo la Capitaneria di Porto di Civitavecchia, che ha coordinato le ricerche sin dalla prima ora, potrebbe trattarsi del 70enne disperso da quattro giorni. Sembra difficile al momento però il riconoscimento dato che il corpo è stato trovato in avanzato stato di decomposizione e che nessuno dei familiari dell’uomo fino ad ora si è fatto avanti o ha denunciato la scomparsa. 

Identificato il corpo di Maurizio Baglieri

E’ stato invece identificato in Maurizio Baglieri il corpo rinvenuto in mare sempre ad Anzio nella giornata di ieri. Avvistato a 10 miglia con indosso un salvagente è stato recuperato dalla Guardia Costiera; il riconoscimento ufficiale nel pomeriggio di ieri. Su tutti e due i corpo verrà ora eseguita l’autopsia; del caso sono state informate entrambe le Procure di Velletri e di Latina

Nessuna traccia della barca

Non sembra esserci invece nessuna traccia della barca con cui i due uomini, partiti da Foce Verde, sono usciti nella mattinata dello scorso 16 ottobre. L’ipotesi è che possa essersi inabissata. Partita intorno alle 10 i due uomini dovevano fare rientro nel pomeriggio, intorno alle 17. Ed è quando il proprietario dell’imbarcazione non li ha visti tornare che è scattato l’allarme che ha dato il via alle ricerche, coordinate dalla Capitaneria di Porto di Civitavecchia, andate avanti per giorni con l’impiego diversi mezzi della Guardia Costiera, e anche con gli elicotteri, che hanno perlustrato lo specchio d’acqua dal Circeo fino a Fiumicino per giorni. 

Potrebbe interessarti

  • Il mare delle Isole Ponziane e quello della Riviera d’Ulisse tra i più belli d’Italia

  • Latina, la Diocesi comunica le nuove nomine dei parroci e i trasferimenti

  • "Tavolata senza muri": Latina tra le 25 città italiane ad ospitare l'iniziativa

  • “Latina in Azzurro”: l’Aeronautica Militare è di scena in piazza del Popolo

I più letti della settimana

  • Ex lavoratore Meccano suicida a Cisterna, la rabbia degli amici e colleghi

  • Omicidio a Cisterna, donna di 35 anni uccisa in casa. Ha confessato il marito

  • Il mare delle Isole Ponziane e quello della Riviera d’Ulisse tra i più belli d’Italia

  • Omicidio a Cisterna, "Elisa era il sole". Oggi una veglia per ricordare la 35enne uccisa

  • Omicidio di Elisa Ciotti a Cisterna: arrestato il marito: "L'ho colpita con un martello"

  • Terracina, identificato il giovane trovato morto nel canale. Proseguono le indagini

Torna su
LatinaToday è in caricamento