Cronaca

Dissalatore a Ventotene, per la quarta volta il Tar accoglie l’istanza di Acqualatina

La decisione del tribunale dopo le tre altre pronunce a favore della società. I lavori riprenderanno nei prossimi giorni. Acqualatina: “L’auspicio è che non intervengano nuove procedure bloccanti, con ulteriore danno per la collettività”

Per la quarta volta in poche settimane, il Tar del Lazio ha accolto con provvedimento cautelare l’istanza presentata da Acqualatina contro l’ennesima ordinanza emessa dal Comune di Ventotene, finalizzata al blocco dei lavori per l’installazione del dissalatore.

La decisione del Tar nella giornata di ieri, martedì 8 agosto, e arriva dopo le altre pronunce a favore della società del 24 giugno, del 19 luglio e del 25 luglio, contro le prime tre ordinanze dell’amministrazione dell’isola pontina.

“L’ennesima sospensione da parte dell’autorità giudiziaria dei provvedimenti emessi dall’amministrazione comunale - commenta Acqualatina - non può, però, porre rimedio al danno provocato dal reiterarsi di questo atteggiamento ostruzionistico e contro ogni buon senso, ai ritardi nell’esecuzione dei lavori e agli aggravi in termini di costi, per la collettività.

I lavori d’installazione riprenderanno nei prossimi giorni, al fine di attivare quanto prima l’impianto di dissalazione, l’unica soluzione, tecnologicamente avanzata e con comprovata sostenibilità ambientale, in grado di rendere l’isola di Ventotene indipendente dal punto di vista del servizio idrico, garantendone la continuità.

L’auspicio - conclude la società - è che non intervengano nuove procedure bloccanti, con ulteriore danno per la collettività, di Ventotene, ma anche di tutto l’Ato4".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dissalatore a Ventotene, per la quarta volta il Tar accoglie l’istanza di Acqualatina

LatinaToday è in caricamento