Cronaca

Papa Francesco nomina Don Felice Accrocca arcivescovo di Benevento

Il parroco della diocesi di Latina, originario di Cori, nominato da Papa Bergoglio dopo la rinuncia al governo pastorale dell'arcidiocesi di Benevento presentata da monsignor Andrea Mugione

Don Felice Accrocca, della diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno è il nuovo arcivescovo di Benevento.

Oggi la nomina da parte di Papa Francesco che ha accettato la rinuncia al governo pastorale dell’arcidiocesi metropolitana di Benevento presentata da monsignor Andrea Mugione.

Parroco, vicario episcopale per la Pastorale e docente di Storia della Chiesa medievale presso la Pontificia Università Gregoriana, Don Accrocca è nato il 2 dicembre 1959 a Cori dove è stato ordinato presbitero il 12 luglio 1986, incardinandosi nella diocesi di Latina-Terracina-Sezze-Priverno.

Attualmente è direttore della Scuola diocesana di Teologia “Paolo VI” (dal 1994), vicario episcopale per la Pastorale diocesana (dal 1999), responsabile dei seminaristi diocesani (dal 2007), parroco della parrocchia Sacro Cuore e amministratore Parrocchiale di S. Pio X, a Latina (dal 2012).

IL VESCOVO CROCIATA - "È una gioia per la nostra Chiesa, per te caro don Felice, una gioia per l’arcidiocesi di Benevento - ha dichiarato il vescovo Mariano Crociata -. È una gioia per te: gioia non solo umana, perché unita a trepidazione per una chiamata che sempre infinitamente ci supera, ma ugualmente sperimentata perché fondata nella liberalità dell’elezione di Dio che dona grazia e chiede generosità sempre più grande nel rispondere al suo invito dall’alto. E se Dio chiama, allora vuol dire che egli è con noi; egli sarà sempre con te, caro don Felice, non ti lascerà mai, non ti toglierà mai la gioia della sua presenza e della sua forza. Sì, perché quello che intraprendi, contrariamente a quel che potrebbe apparire a uno sguardo superficiale, è un rigoroso cammino di ascesi, di rinunzia a te stesso e di donazione totale, che diventa proprio per questo fonte di consolazione e di gioia".

Tra l’altro, il Vescovo lo ha ringraziato per il sostegno ricevuto in questi primi due anni della sua missione episcopale in terra pontina. Da parte sua don Felice Accrocca ha spiegato: "Sono stato colto di sorpresa dalla decisione del Santo Padre e mi auguri di poter ripagare la fiducia che papa Francesco ha riposto nei miei confronti. In questo momento mi rendo conto di quanto forte è il mio legame con la Chiesa pontina, che mi ha generato alla fede e mi ha accompagnato in questi decenni di vita sacerdotale".

Nel frattempo, don Felice Accrocca ha già fatto recapitare alla Chiesa di Benevento il suo indirizzo di saluto. Invece, ancora non si conoscono i tempi per la consacrazione episcopale e l’ingresso a Benevento. Tuttavia, durante l’incontro di oggi, don Felice ha comunicato quale sarà il suo motto episcopale: «SI DOMINUS NON AEDIFICAVERIT», che si ispira al Salmo 126, e che già scelse come frase per la sua ordinazione sacerdotale.

ARCIDIOCESI DI GAETA - Immediati gli auguri da parte dell'Arcivescovo di Gaeta, del Presbiterio diocesano e dell'intera Chiesa di Gaeta: “Le formuliamo l'augurio per un fecondo ministero episcopale al servizio della Chiesa beneventana. Rendiamo grazie al Signore per aver scelto un figlio di questa amata terra pontina”.
 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Papa Francesco nomina Don Felice Accrocca arcivescovo di Benevento

LatinaToday è in caricamento