rotate-mobile
Martedì, 16 Agosto 2022
Cronaca

Furti di farmaci dopanti, indagine del Nas: arrestato un corriere

Ai domiciliari un 35enne di Latina. Altri tre indagati per ricettazioni e due per doping

Un'ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari è stata eseguita questa mattina dai carabinieri del Nas di Latina nell'ambito dell'indagine Free Shopping, finalizzata al contrasto e alla diffusione di sostanze ad azione dopante. Agli arresti è finito un uomo di 35 anni di Latina, destinatario dell'ordinanza firmata dal gip del tribunale di Latina Giorgia Castriota.

I furti in un deposito

L'operazione ha posto fine a una serie di furti di farmaci, prodotti cosmetici e integratori alimentari per lo sport sottratti a un distributore farmaceutico che operava nel territorio pontino.L'attività investigativa era iniziata a giugno scorso dopo la denuncia di furti ai danni di un deposito farmaceutico. Grazie a una serie di attività tecniche, come intercettazioni telefoniche e ambientali e registrazioni audio e video, è stato possibile attribuire le responsabilità dei furti a un corriere che aveva accesso alla struttura e che poi rivendeva personalmente i farmaci illegalmente.

Il maxi sequestro di farmaci lo scorso luglio

La svolta è arrivata lo scorso luglio, con il sequestro di un ingente quantitativo di refurtiva, costituito soprattuto da farmaci dopanti, epoietina e somatropina, e prodotti per la cura delle disfunsioni erettili nonché di dispositivi medici come apparecchi per l'aerosol terapia, pronti per la distribuzione e la vendita attraverso canali clandestini. I prodotti rubati finivano soprattutto nelle piattaforme web frequentate da sportivi per il miglioramento delle prestazioni agnistiche. I prodotti farmaceutici sul mercato avrebbero fruttato un guadagno superiore ai 50mila euro, anche in ragione della totale elusione di controlli e prescrizioni. 

I controlli durante una gara ciclistica

L'attività di indagine condotta dal Nas di Latina insieme al comando provinciale dei carabinieri di Latina e coordinata dal sostituto procuratore Valerio De Luca, ha permesso ino ltre di accertare che il corriere provvedesse direttamente a rifornire alcuni atleti amatoriali. Un concreto riscontro a questa ipotesi investigativa è arrivato nel corso di un controllo antidoping in una gara ciclistica svolta nel mese di luglio, in cui sia l'indagato sia un altro ciclista sono risultati positivi all'assunzione di epoietina.

Altre tre persone risultano indagate per il reto di ricettazione e due per uso di sostanze dopanti durante manifestazioni sportive.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti di farmaci dopanti, indagine del Nas: arrestato un corriere

LatinaToday è in caricamento