menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Si tuffa in mare per sfuggire ai carabinieri, nascondeva cocaina ed eroina. Arrestata

La donna bloccata in acqua dai carabinieri dopo essersi disfatta di alcuni involucri; in fuga a bordo di un'auto la persona che era con lei

In possesso di droga si è tuffata in mare per sfuggire ai carabinieri, ma lo stesso non è riuscita ad evitare l’arresto. Protagonista di quanto accaduto ieri, sabato 25 gennaio, a Latina una ragazza di 32 anni. 

I controlli poi la fuga in mare

Nel corso di un normale servizio di controllo, i militari della Sezione Radiomobile hanno notato una vettura che, dopo aver superato il posto di blocco, ha aumentato la sua corsa nel tentativo di allontanarsi velocemente. Subito i carabinieri hanno cercato di raggiungere l’auto da cui, dopo aver improvvisamente rallentato nei pressi della spiaggia, è stata vista scendere la ragazza. Mentre l’utilitaria ha ripreso la marcia dileguandosi, lei ha tentato di sfuggire ai militari. Durante l’inseguimento a piedi la giovane si è disfatta di alcuni involucri, prima sulla sabbia e poi in mare dove si è tuffata per scampare alla cattura. 

Bloccata in mare 

Raggiunta in acqua ha poi opposto resistenza nei confronti dei carabinieri che hanno cercato di bloccarla, perdendo dalla borsa oggetti vari ed altri involucri andati perduti. Nel corso dell’intervento sono comunque stati recuperati 7 involucri contenenti in totale 7,5 grammi di cocaina ed un altro con 0,6 grammi di eroina. La 32enne è stata arrestata in flagranza per traffico e detenzione illecita di sostanze stupefacenti e resistenza a pubblico ufficiale; la droga recuperata è stata posta sotto sequestro. Per la giovane sono stati disposti i domiciliari nella propria abitazione in attesa della celebrazione del rito direttissimo. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento