Droga dalla Campania da spacciare a Fondi, blitz della polizia: arrestati due cugini

La base era un'abitazione in cui lo stupefacente veniva confezionato. Le perquisizioni hanno consentito di sequestrare 8 dosi di cocaina e altrettante di eroina, per complessivi 30 grammi, oltre a 2mila euro in contanti

La droga era importata dalla Campania e doveva raggiungere la piazza di spaccio di Fondi per la vendita al dettaglio. Nel corso di un’operazione condotta dal commissariato di Fondi in manette sono finiti i cugini Marcello Fiorillo, 48 ani originario di Formia, e Luigi Gloriani, 54enne originario di Monterotondo, responsabili di detenzione e spaccio di sostanza stupefacente.

Il binomio criminale aveva compiti ben distribuiti:  Fiorillo era incaricato di recuperare lo stupefacente in  Campania, per poi portarlo a Fondi, in una casa dove lo attendeva il cugino, che effettuava un’attività di vedetta nei minuti precedenti l’arrivo del complice con la droga. Quando finalmente la merce era arrivata a destinazione i due potevano dedicarsi alla vendita, non di rado nascondendo le dosi nella bocca.

Gli investigatori della squadra di Polizia Giudiziaria del commissariato di Fondi, al termine di una lunga attività di osservazione, hanno deciso di intervenire, bloccando Marcello Fiorillo. I poliziotti quindi, insieme all’arrestato, sono quindi andati presso l’abitazione che fungeva da base per il confezionamento dello stupefacente, al cui interno c’era il socio in affari, seduto davanti a un tavolo con diverse parti di cellophane già tagliate e del nastro adesivo di colore nero e bianco.La conseguente perquisizione ha permesso di rinvenire un involucro trasparente termosaldato, contenente sostanza stupefacente e un rotolo di buste trasparenti dello stesso materiale.

L’attività di ricerca è proseguita con la collaborazione di personale cinofilo della G. di F. di Formia. In tale contesto operativo è stato rinvenuto altro stupefacente e precisamente involucri chiusi ermeticamente con del nastro adesivo, che riportavano le diciture “coca fresca”, “coca da dare” - “coca pulita” - “nuova pura” - “fresca e pura” - “buste da 10” -  buste da “15” - “buona”, insieme a sostanza da taglio oltre che denaro contante in banconote di diverso taglio per un ammontare pari ad euro 2.125 ed un bilancino di precisione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In totale gli involucri di cocaina risultavano essere otto del peso di 9,87 grammi mentre quelle di eroina risultavano anch’essi 8, per un peso di 19,89 grammi. I due uomini sono stati quindi arrestati e trattenuti presso le camere di sicurezza del commissariato di Terracina, in attesa dell’udienza di convalida ed eventuale giudizio direttissimo.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: i contagi non si fermano: 139 nuovi casi nel Lazio e 11 in provincia

  • Latina, operazione "Dirty Glass": i nomi degli arrestati. Tra loro anche due carabinieri

  • Coronavirus, casi ancora in forte aumento: 165 in più nel Lazio e 23 in provincia

  • Operazione Dirty Glass: riciclaggio, estorsione e corruzione. Ecco i ruoli dei personaggi coinvolti

  • Operazione Dirty Glass: chi è Natan Altomare, "soggetto scaltro e pericoloso"

  • “Spregiudicato e di grande caratura criminale”: ecco chi è Luciano Iannotta

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento