Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca Cisterna di Latina

In carcere per traffico di droga, arriva la confisca per 300 milioni di euro

Il 32enne di Cisterna è considerato un pregiudicato di spicco per reati inerenti il traffico e lo spaccio di sostanze stupefacenti; confiscati un appartamento, una moto e alcuni conti correnti

Dopo il sequestro per lui è arrivata la confisca di beni per una valore pari a circa 300mila euro. Il destinatario è un 32enne di Cisterna, pregiudicato legato al mondo della droga, del traffico e dello spaccio di stupefacenti.

Già nel settembre scorso gli agenti del commissariato di Cisterna, su impulso del questore Alberto Intini e in collaborazione con l’ufficio misure di prevenzione della divisione anticrimine, avevano presentato una proposta di sequestro e sorveglianza speciale nei confronti del 32enne, volto conosciuto e considerato “uomo di fiducia” del pluripregiudicato locale Gennaro Amato.

Diverse le operazioni  antidroga che lo hanno visto protagonista  insieme allo stesso Amato e altre tre persone del luogo. Eclatante  l’arresto dell’ottobre dello scorso anno a Nettuno in località Acciarella,  perchè sorpresi con un tir carico di circa 200 chili di marijuana che ha comportato la condanna in primo grado a  5 anni e 6 mesi di carcere.

All’uomo sono stati confiscati beni per un valore di 300mila euro; in particolare, un appartamento in Cisterna, acquistato nel 2008 e intestato alla madre; una moto Yamaha T Max 500, intestato al fratello; tutti i rapporti con saldo attivo presso gli istituti di credito sul territorio nazionale.

La sottoposizione effettiva della sorveglianza avverrà quando il 32enne “avrà finito di scontare la sua pena  ma nel frattempo è stato condannato al pagamento di tutte le spese processuali e al versamento nelle casse delle ammende di una cauzione che in considerazioni delle condizioni economiche  è stata stimata in 1500 euro” concludono dalla Questura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In carcere per traffico di droga, arriva la confisca per 300 milioni di euro

LatinaToday è in caricamento