menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Terracina, controlli antidroga nella zona della movida. Un arresto e sequestrato hashish

L'attività della polizia nel fine settimana; nel quartiere "Capanne" in manette un 21enne e sequestrati 120 grammi di hashish. Il ragazzo è finito ai domiciliari con il braccialetto elettronico. Controlli anche nella zona della movida e al porto

Un arresto e stupefacente sequestrato: questo il bilancio dell’attività di controllo antidroga eseguito nel fine settimana appena trascorso a Terracina da parte della polizia volto “alla prevenzione e repressione dei reati in zone che hanno presentato criticità e richieste d’intervento formulate dai cittadini”.

Nel quartiere denominato  “Capanne” è stato arrestato un giovane del posto di 21 anni, pregiudicato, trovato dalla Volante in possesso di 5 dosi di stupefacenti del tipo hashish ed una cospicua somma di denaro in banconote di piccolo taglio. La successiva perquisizione presso la sua abitazione ha permesso poi di rinvenire altri 100 grammi della stessa sostanza stupefacente ed altro materiale per il confezionamento.

Quanto rinvenuto è stato sequestrato mentre per il 21enne, dopo il rito di convalida, il giudice ha dispostogli arresti domiciliari con il braccialetto elettronico. 
Specifici controlli, anche con l’impiego di cani antidroga, sono stati inoltre operati nella zona della movida, recentemente teatro di gravi reato per i quali le scorse settimane sono stati già operati arresti, sequestri e la chiusura di due locali.

Blitz degli agenti all’interno della galleria “CE.RO.SIL.CO”; alla vista della polizia circa venti ragazzi hanno cercato di dileguarsi ma sono stati ugualmente bloccati ed identificati; a due di loro è stato contestato l’uso di sostanze stupefacenti: sono stati segnalati alla Prefettura con il ritiro della patente. Rinvenuti anche 20 grammi di hashish divisa in dosi di cui alcuni giovani avevano cercato di disfarsi.

Al termine dell’attività sono state identificate 153 persone e controllati 73 veicoli. Infine i controlli si sono concentrati anche nella zona del porto dove la polizia ha individuato un caravan sospetto; all’interno del quale tre persone di origini siciliane, con precedenti per reati di furto e truffa. Dai successivi controlli si appurava che gli stessi non avevano motivo alcuno per pernottare in città e stante la loro acclarata pericolosità sociale nei cloro confronti è stato emesso il foglio di via obbligatorio e divieto di ritorno per anni tre nel comprensorio dei Comuni di Terracina e San Felice Circeo. 


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento