Cronaca

Sgominata banda dedita al traffico di droga, arresti e perquisizioni

L'operazione dei carabinieri partita da Udine arriva anche nella provincia pontina; ha portato all'arresto di 30 persone e a sequestrare 11 chili di cocaina. L'organizzazione aveva messo in piedi un giro di affari da 10 milioni

Tocca anche la provincia pontina la brillante operazione antidroga dei carabinieri del Nucleo Investigativo di Udine, sotto la guida della Direzione Distrettuale Antimafia del tribunale di Venezia.

Un’operazione, quella denominata “Pharo 2011” racchiusa tutta nei suoi importanti numeri che parlano di 11 chili di cocaina sequestrati, 30 persone arrestate e fermate, 24 denunce, 17 perquisizioni e 46.500 euro di contante recuperato, per un giro d’affari di oltre 10 milioni di euro.

Un indagine iniziata nel 2011 che ha portato a disarticolare un’organizzazione di matrice albanese dedita al traffico transnazionale di ingenti quantitativi di cocaina destinati al mercato nazionale nazionale, principalmente al Nord-Est, ma anche al di fuori dell’Italia e che si è conclusa lo scorso 1 aprile con l’esecuzione dei provvedimenti restrittivi e delle perquisizioni domiciliari nelle provincie di Padova, Vicenza, Verona, Brescia, Latina, Forlì e Cosenza.

L’attività investigativa dei carabinieri di Udine si è divisa in due diversi momenti; il primo nel 2011 quando si intuisce l’esistenza di un possibile sodalizio intenzionato a veicolare la cocaina verso la bassa friulana, a cui poi fa seguito la scoperta da parte dei militari di un’attività di traffico con spiccate caratteristiche di associazione criminale, cui aderivano a diverso titolo sia cittadini albanesi che cittadini italiani nel territorio veneto.

Il secondo momento interessa il periodo tra il 2012 e il 2013 quando emerge il quadro strutturale del sodalizio criminale, capeggiato da due cittadini albanesi residenti in provincia di Padova, che arrivava a gestire in grande autonomia grandi partite di stupefacente acquisite dal Nord Europa, stoccate in Italia e veicolate verso l’Albania e la Macedonia.

Il termine dell’indagini arriva così con l’emissione da parte del gip lagunare Massimo Vicinanza di 6 ordinanze di custodia cautelare e 17 perquisizioni per “associazione a delinquere finalizzata al traffico di stupefacenti”.

TUTTO SULL’OPERAZIONE DEI CARABINIERI DI UDINE

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Sgominata banda dedita al traffico di droga, arresti e perquisizioni

LatinaToday è in caricamento