rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Cisterna di Latina

Duplice omicidio a Borgo Flora, un arresto. Plauso del prefetto

Un indagine lampo ha permesso di arrestare l’ex marito di Francesca Di Griazia. Complimenti di D’Acunto a carabinieri e magistratura

Un caso risolto dopo poche ore. Un indagine lampo, un lavoro certosino che già nel pomeriggio di ieri ha permesso di dare un volto e un nome all’uomo che ha ucciso Francesca Di Grazia e Martina Incocciati, madre e figlia ritrovate senza vita nella sera di sabato nella loro abitazione a Borgo Flora.

Per il duplice omicidio è finito in manette un cittadino di nazionalità indiana di 35 anni, ex marito di Francesca Di Grazia: si erano sposati nel 2008 in India. Alla base del folle gesto una questione di soldi tra i due ex coniugi.

E, nella serata di ieri, poco dopo la chiusura delle indagini con l'arresto del cittadino indiano sono arrivati il plauso e i complimenti del prefetto nei confronti dei carabinieri e della magistratura.

“Il prefetto della provincia di Latina, Antonio D’Acunto, esprime particolare apprezzamento all'Arma dei carabinieri e al comandante provinciale di Latina, colonnello Giovanni De Chiara, per la rapida individuazione del responsabile del duplice delitto avvenuto sabato sera a Cisterna. Analogo apprezzamento il prefetto rivolge alla magistratura per la tempestiva ed immediata soluzione del caso".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duplice omicidio a Borgo Flora, un arresto. Plauso del prefetto

LatinaToday è in caricamento