rotate-mobile
Domenica, 29 Maggio 2022
Cronaca Sezze

Indagato per il duplice omicidio di Sezze Scalo, muore Umberto Gori

L'uomo era stato arrestato poco dopo l'agguato al distributore in cui persero la vita Alessandro Radicioli e Tiziano Marchionne. Qualche tempo dopo aveva ottenuto i domiciliari per problemi di salute

È morto Umberto Gori. L’uomo era uno degli accusati del duplice omicidio avvenuto la notte del 29 ottobre scorso a Sezze Scalo quando furono uccisi Alessandro Radicioli e Tiziano Marchionne.

L’uomo era stato arrestato, insieme a Stefano, Maurizio ed Enrico Botticelli, nell’immediato dopo l’agguato al distributore di benzina di via degli Archi, ma dopo qualche tempo aveva lasciato il carcere ed era detenuto ai domiciliari proprio per problemi di salute.

Gori, era stato l’unico degli indagati che aveva risposto alle domande dei magistrati, spiegando che il suo ruolo era quello di fungere da “paciere”, da mediatore tra le vittime e gli altri arrestati.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Indagato per il duplice omicidio di Sezze Scalo, muore Umberto Gori

LatinaToday è in caricamento