Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Regionali, minacciato Pirozzi: "Ti facciamo fare la fine di Amatrice"

Messaggio minatorio all'indirizzo del candidato regionale

Un messaggio inoltrato tramite facebook. Un'esplicita minaccia verso uno dei pricipali competitor nella prossima sfida regionale: Sergio Pirozzi. 

"Ti facciamo fare la fine della tua Amatrice, ma dove cazzo credi di andare? Non vai da nessuna parte...da solo non ce la farai, ti distruggeremo...montato del cazzo!"

Il  sindaco della cittadina reatina devastata dal terremoto, ha commentato il messaggio. "I 'cattivi maestri' di certa politica e di certa stampa ottengono sempre il risultato che vogliono, nutrendo l’odio. In settimana un noto vignettista ha pubblicato sul suo profilo social una vignetta dove la morte si rammaricava di non aver portato via anche me con il terremoto. Oggi sul mio profilo Facebook qualcuno è passato direttamente alle minacce di morte per punire la mia scelta di proseguire senza paura -anche da solo- la battaglia per il vero cambiamento della Regione Lazio".

Deciso a candidarsi

Non si lascia intimidire il sindaco di Amatrice. "Io non mollo - promette Pirozzi -  Rivendico il diritto a candidarmi, e non ho mai mancato di rispetto a nessuno, malgrado le continue provocazioni. Sono padre di due figli di 9 e 16 anni che hanno già vissuto il dramma del terremoto e devo occuparmi della loro serenità. Quindi di quest’ultima minaccia si occuperanno le autorità competenti. La cosa che trovo più vergognosa, odiosa e cinica, è che in entrambi i casi l’odio nei miei confronti arrivi fino al punto di offendere la memoria delle persone e delle famiglie colpite dalla tragedia del terremoto".

La solidarietà istituzionale

Tra i primi referenti istituzionali a stigmatizzare le minacce inoltrate al futuro candidato regionale, c'è Roberta Lombardi  "La mia solidarietà al sindaco di Amatrice per il messaggio intimidatorio ricevuto" ha commentato la prossima avversaria pentastellata alle elezioni amministrative. 

No a insulti e minacce

Vicinanza a Pirozzi anche dal presidente uscente della Regione Lazio Nicola Zingaretti: "Solidarietà a Sergio Pirozzi. Mi auguro che questa sia una campagna elettorale basata sulle idee, sulle proposte e sulle soluzioni concrete per le persone. Non su insulti, minacce e arroganza."

L'endorsment di Storace

La scelta di Pirozzi di candidarsi alle regionali, non è stata semplice. Ancora oggi non è chiaro se il centrodestra deciderà di puntarci in maniera unitaria o se prevarranno le divisioni e le scelte verso altri nomi. Tra i big che sostengono la candidatura del sindaco di Amatrice, il più convinto sembra essere Francesco Storace. Ed oggi ha ribadito, una volta di più, in cosa consista la diversità rispetto ad altri papabili caandidati.  "Sergio Pirozzi non vuole paracadute parlamentare e intende combattere esclusivamente per il territorio - ha sottolineato l'ex governatore del Lazio -.  I candidati a intermittenza del cosiddetto centrodestra si vogliono candidare alla regione con la certezza di avere garantito anche un seggio alla Camera o al Senato. Sì - ha aggiunto Storace -  la differenza c'è".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Regionali, minacciato Pirozzi: "Ti facciamo fare la fine di Amatrice"

LatinaToday è in caricamento