rotate-mobile
Cronaca

Elicottero in volo sul litorale: scatta il servizio di telerilevamento a tutela dell’ambiente marino

L’attività della Guardia Costiera di Gaeta che ha interessato l’intero tratto che va dall’asta fluviale del Garigliano sino al litorale di Fondi. Nei prossimi i risultati dell’analisi dei dati raccolti

E’ scattato questa mattina all’alba il sevizio di telerilevamento aereo da parte della Guardia Costiera di Gaeta nell’ambito delle attività condotte dalla Capitaneria di porto per la vigilanza, la tutela e la salvaguardia dell’ambiente marino con l’impiego dell’elicottero AW 139 “Nemo 8”, sotto il coordinamento del 3° Centro controllo ambiente marino della Direzione marittima di Civitavecchia.

Il velivolo, di stanza presso la base aerea di Catania, infatti, oltre ad essere impiegato per missioni di ricerca e soccorso alla vita umana in mare, essendo dotato di sofisticati sistemi di telerilevamento ambientale, equipaggiati con tecnologia multiscan e multibeam, viene impiegato, su richiesta dei Comandi territoriali, per il telerilevamento marino e costiero, essendo in grado di rilevare, grazie alla “lettura” multispettro della luce riflessa sulla superficie dell’acqua, la presenza di sostanze estranee all’ambiente marino.  

E’ stato possibile, così, nel contesto delle più ampie attività di monitoraggio ambientale che vedono quotidianamente impegnati le donne e gli uomini della Capitaneria di porto di Gaeta e dei dipendenti uffici marittimi di Formia e Scauri, svolgere un’indagine aerea accurata del tratto marino costiero che va dall’asta fluviale del Garigliano sino al litorale di Fondi, con un focus di attenzione particolare per le acque del golfo di Gaeta, zona sensibile di particolare pregio e delicatezza, e per i tratti di costa rocciosa, soggetti a particolare tutela ambientale, dei litorali di Minturno, Gaeta e Sperlonga.

Le attività sono state supportate, sul territorio ed in mare, dalle pattuglie e dagli assetti navali della Guardia Costiera, che, sulla scorta delle indicazioni fornite in tempo reale dall’elicottero, sono stati inviati ad investigare specifici obiettivi che i sistemi di bordo mettevano in evidenza. Nei prossimi giorni la grandissima mole di dati acquisiti verrà analizzata ed interpretata dagli specialisti della componente aerea del Corpo delle Capitanerie di porto, così da poter tradurre le informazioni incamerate, laddove dovessero emergere delle anomalie o dei sospetti di sversamento, in concrete azioni a tutela dell’ambiente marino.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Elicottero in volo sul litorale: scatta il servizio di telerilevamento a tutela dell’ambiente marino

LatinaToday è in caricamento