Ospedale nel caos, striscioni di protesta: blitz di CasaPound

CasaPound interviene su quella che definiscono una situazione "apocalittica" del Goretti di Latina. "Gli ospedali sono risorse, non costi! Basta tagli, basta sprechi" recitano gli striscioni affissi nella notte

Lo striscione di protesta di CasaPound

Gli ospedali sono risorse, non costi”. Striscioni di protesta sono stati affissi nella notte dagli attivisti di CasaPound che intervengono a gran voce sulla situazione di emergenza vissuta dal Santa Maria Goretti di Latina.

Una situazione che loro stessi definiscono “apocalittica” che passa attraverso un “pronto soccorso in tilt, pazienti in attesa per ore e abbandonati su barelle, chiusura di interi reparti o al collasso, ostetricia a rischio paralisi, riduzione di posti letto”.

“La situazione del nosocomio di Latina è insostenibile e quasi da terzo mondo – spiega CasaPound in una nota -. Nella notte abbiamo affisso striscioni per la città con la scritta- “Gli ospedali sono risorse, non costi! Basta tagli, basta sprechi”, per  mettere in luce la precarietà in cui versa la struttura sanitaria più importante della provincia”.

E’ vergognoso assistere che il diritto alla salute dei cittadini venga messo a rischio da una gestione politica incapace e inconcludente. Questa situazione è frutto di una logica di tagli orizzontali ed indiscriminati, che concepisce la sanità e la garanzia della salute dei cittadini come costo e non come risorsa.

Siamo certi che gli eccessivi costi siano imputabili agli sprechi e alla cattiva gestione politica delle strutture sanitarie, dove il clientelismo e gli interessi privati la fanno da padroni. E chi ci  rimette, come al solito, sono i cittadini costretti in molti casi a dover ricorrere alla sanità privata con costi elevatissimi, e gli stessi lavoratori del settore sottoposti a stress e situazioni ambientali a rischio tensione".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

“È ora di rimettere mano al piano sanitario nazionale senza tagli indiscriminati – conclude CasaPound -, di eliminare gli sprechi e di garantire un diritto, quello alla salute, che come quello al lavoro e alla casa sembrano dimenticati dai  politici di professione, ormai occupati a pensare ad altro e sempre più distanti dalla realtà”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Festa di nozze con 80 invitati, arrivano i carabinieri: tutti multati

  • Coronavirus, allerta arancione nel Lazio: 795 casi. D'Amato: "Si teme un peggioramento"

  • Coronavirus, contagi inarrestabili. Nel Lazio quasi 600 nuovi casi, in provincia 47 in più

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Coronavirus, l'ondata non si ferma: 64 nuovi contagi, 21 sono a Latina

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento