Cronaca

Rifiuti, Sarubbo: “Cusani e Di Giorgi rinuncino all’inceneritore”

Il consigliere Pd al presidente della Provincia e al sindaco di Latina: "Smettano di giocare a nascondino e dicano ai cittadini cosa pensano in merito alla chiusura del ciclo dei rifiuti"

È indubbiamente il tema che più sta tenendo banco in queste settimane; ma se la politica locale ha fatto fronte comune per dire di no ai rifiuti romani nella provincia di Latina, non mancano comunque le polemiche.

“L'impegno del centrodestra sulla questione dei rifiuti è ambiguo, debole, limitato alla questione dei rifiuti romani e incapace di una visione generale della problematica” ha dichiarato duro il consigliere comunale del Pd, Omar Sarubbo.

Cusani e Di Giorgi smettano di giocare a nascondino – afferma Sarubbo - e dicano ai cittadini cosa pensano realmente in merito alla chiusura del ciclo dei rifiuti. Troppo comodo e facile trincerarsi dietro un facile e scontato ‘no ai rifiuti di Roma’ limitandosi a un'azione di ‘resistenza’ appena accennata, di facciata, e omettendo di dire che la colpa di questa situazione è di Alemanno e della Polverini che non hanno avuto il coraggio individuare le aree nella capitale dove smaltire i rifiuti. Facciano autocritica se ne hanno il coraggio”.

Per Sarubbo sono invece "il Partito Democratico e il centrosinistra hanno espresso chiaramente la posizione politica in merito: non serve un inceneritore in provincia, gli impianti di trattamento e selezione vanno realizzati in zona industriale, l'obiettivo strategico per i borghi nord di Latina è quello di chiudere e bonificare il sito delle discariche. Noi sosteniamo l'idea di dover investire risorse economiche in favore di una raccolta differenziata integrale – spiega il consigliere del Partito democratico e presidente della commissione trasparenza - che in molte realtà, a partire dal capoluogo, non viene fatta seriamente a causa di un amministrazione comunale  miope”.

I cittadini chiedono chiarezza e trasparenza. “Il centrodestra dunque getti la maschera – continua Sarubbo - e ci dica se è d'accordo o no con il Partito democratico o se al contrario ha prevalso la linea del presidente Cusani che ambisce a rendere autonoma la provincia di Latina attraverso la costruzione di un inceneritore dei rifiuti a Montello. Questa ipotesi condannerebbe Latina a un destino di pattumiera d'Italia costretta ad importare rifiuti da Roma e da Napoli pur di far funzionare i propri impianti a pieno regime. Una prospettiva di ingiustizia alla quale non possiamo sottostare. Abbandonino e conduciamo insieme una battaglia comune per liberare Latina dall'ennesima  servitù”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rifiuti, Sarubbo: “Cusani e Di Giorgi rinuncino all’inceneritore”

LatinaToday è in caricamento