Giovedì, 21 Ottobre 2021
Cronaca

Emergenza sangue, l’appello dell’Avis: “Servono nuovi donatori”

Manca il sangue in provincia; l'Avis si rivolge ai donatori e a tutti i cittadini: "Ogni anno dopo il periodo estivo registriamo un calo fisiologico di donatori, ma questa volta la situazione è decisamente critica"

Emergenza sangue nella provincia di Latina. A lanciare l’appello è la stessa Avis provinciale che mette in luce una situazione difficile su tutto il territorio pontino a causa della mancanza di sangue per le persone che ne hanno bisogno.

“Sono numeri che fanno pensare - commenta Anna Maria Visco, presidente dell’Avis Provinciale di Latina nel leggere i nuovi dati sulla carenza di sangue appena pervenuti dal Centro Regionale Sangue della regione  Lazio -. Ogni anno dopo il periodo estivo registriamo sempre un calo fisiologico di donatori dovuto sia al caldo che alle ferie, ma questa volta la situazione è decisamente critica, i numeri negativi raggiunti destano preoccupazione”.

Per questa ragione l’Associazione Volontari Italiana del Sangue di Latina lancia un appello, tramite i mezzi d’informazione, a tutti i cittadini per spronarli alla donazione di sangue. “Ai nostri donatori chiediamo di presentarsi alla date già calendarizzate e che conoscono bene, a tutti gli altri di venire senza timore presso i punti prelievo presenti sul territorio provinciale; in ogni comune della provincia pontina è possibile trovare una sede Avis dove avere informazioni sulle modalità e possibilità di donare. Magari possono utilizzare facebook o i vari siti internet dell’Avis presenti in provincia per conoscere date ed orari di prelievo del punto Avis più vicino a casa loro”.

L’Associazione ricorda che per donare bisogna essere maggiorenni, avere un peso superiore a 50 Kg, essere in buona salute, non aver assunto farmaci nella settimana precedente la donazione e presentarsi a digiuno. “Ma è soprattutto ai giovani che vogliamo rivolgerci - prosegue Anna Maria Visco -, perché rappresentano il futuro della nostra Associazione. E’ indispensabile far capire loro l’importanza del donare, come gesto di solidarietà attiva verso chi in quel momento sta vivendo una fase critica della propria vita. Ma donare significa anche creare un patrimonio collettivo di solidarietà da cui tutti possono attingere in un loro momento di necessità, significa avere la possibilità di eseguire gratuitamente controlli preventivi. Donare significa rispettare e curare se stessi per aiutare gli altri.

Il sangue non si fabbrica nè si può riprodurre in laboratorio, solo uomini e donne possono donarlo. Vi aspettiamo presso i nostri punti prelievo. Donare sangue è per alcuni un dovere civico, cristiano per altri. Soprattutto è un gesto di amore - conclude il presidente dell'Avis provinciale -. Grazie a voi tutti per quello che potrete fare per i nostri malati che dal vostro dono anonimo, umile, silenzioso e gratuito trarranno la forza per continuare a sorridere alla vita.”

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza sangue, l’appello dell’Avis: “Servono nuovi donatori”

LatinaToday è in caricamento