rotate-mobile
Cronaca

Emergenza Ucraina, nuovo vertice in prefettura per fare il punto sull'accoglienza

Il territorio si prepara all'arrivo dei rifugiati. Priorità al censimento di chi già ha raggiunto la provincia pontina, per poter calibrare aiuti e servizi

Si è tenuto ieri, 9 marzo, una nuova riunione del comitato per l'ordine e la sicurezza in prefettura dedicato all'emergenza Ucraina e all'organizzazione dell'accoglienza sul territorio pontino. La priorità al momento è quella di monitorare gli arrivi e dunque censire le famiglie già arrivate in provincia di Latina e ospitate presso familiari o conoscenti o presso cittadini del luogo che hanno messo a disposizione la propria abitazione. Con questo obiettivo sono stati allertati i Comuni, le strutture sanitarie e anche le associazioni di volontariato e le forze di polizia. 

La Asl da parte sua ha messo a disposizione tre hub (a Latina, Formia e Terracina) per il rilascio del tesserino Stp che consente l'accesso alle prestazioni santiarie, per i tamponi e la vaccinazione anti Covid, ma accanto a questo servizio sarà attivato anche un ulteriore sostegno psicologico e la presenza di mediatori culturali.

Intanto, anche in mancanza di una stima precisa dei flussi che arriveranno, è partita anche la ricognizione di strutture disponibili per l'accoglienza dei rifugiati, più consone alle presenza di donne e minori. In molti comuni è possibile richiedere aiuti attraverso il servizio welfare o dare la disponibilità di ospitalità o alloggi per ospitare le famiglie in fuga dalla guerra.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza Ucraina, nuovo vertice in prefettura per fare il punto sull'accoglienza

LatinaToday è in caricamento