L'Epifania in musica al Goretti conclude la kermesse organizzata in ospedale

Si conferma anche quest'anno la tradizione del Natale in musica al Goretti, l'evento che si è aperto il 16 dicembre e si è concluso ieri, 6 gennaio

Si conferma anche quest'anno la tradizione del Natale in musica al Goretti.  L'evento di apertura il 16 dicembre 2017 ha visto l'inaugurazione del presepe ad opera dell'artista Georgijevic, realizzato in collaborazione con i ragazzi dell'oratorio san Luca e allietata da un momento musicale a cura dei maestri Antonio Cipriani e Roberto Caetani.

Il 27 dicembre scorso il grande ritorno del "concerto itinerante" a cura  del Maggio Sermonetano, con Massimo Gentile, Francesco Ciccone e Guido di Falco, che ha reso omaggio ai pazienti ricoverati nei reparti dell'ospedale Santa Maria Goretti, con violino, chitarra e fisarmonica, riscuotendo grande successo. La kermesse musicale si è conclusa ieri, 6 gennaio, con l'Epifania in Musica che dalle 17 alle 20 ha visto l'esibizione dei gruppi musicali presentati da Peppino Nicolucci. 

musica Goretti 2-2-2

Ha aperto l'evento l' Associazione Domus Mea Musicantiere-cooperazione artistica con i canti della tradizione natalizia tratti dal repertorio popolare,  quindi  il ritorno dei Generis & Co. con Paolo Pelagatti, Andrea Leandri, Andrea Montecalvo e Nora D'Orve' con i grandi classici della musica italiana e pezzi inediti di Andrea Leandri , infine a chiudere la serata l'esibizione della Dream Cadillac Band con Roberto Abballe, Cinzia Ferrara, Silverio Guarino, Alessandro Mariani e special guest Eugenio Pastore con pezzi di Blus, Country e Rock.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Presenti all'evento il sindaco Damiano Coletta e il direttore sanitario Sergio Parrocchia che hanno salutato con entusiasmo la seconda edizione di questa iniziativa, che ha lo scopo di creare una sinergia tra la cittadinanza fuori e dentro l'ospedale, di avvicinare la città alla realtà del principale polo ospedaliero della provincia di Latina e dei suoi ospiti meno fortunati che per un periodo più o meno lungo hanno trascorso le loro festività presso il nosocomio: un esempio di socializzazione e solidarietà importante. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Fase 2, arriva l'ordinanza per le spiagge: si apre il 29 maggio. Ecco le regole

  • Coronavirus Priverno, cluster al centro dialisi: 14 i positivi. La Asl fa il punto della situazione

  • Coronavirus: un morto in provincia, sette nel Lazio e 18 positivi in più

  • Fase 2, la nuova ordinanza nel Lazio: dal 25 maggio riaprono le palestre, dal 29 gli stabilimenti

  • Coronavirus: salgono a 536 i casi in provincia, nel Lazio sono 3786 gli attuali positivi

  • Coronavirus, contagi a Priverno. Il sindaco spegne le polemiche: “Nessuna zona rossa”

Torna su
LatinaToday è in caricamento