rotate-mobile
Cronaca

Erosione, l’affondo di Simeone: “Servono interventi ma Zingaretti tace”

L'intervento del consigliere di Forza Italia dopo la mareggiata al lido di Latina e sull'erosione che interessa tutto il Lazio. Ordine del giorno per impegnare la giunta ad azioni e interventi per risolvere il problema

“Servono interventi urgenti ma da Zingaretti nessuna risposta”. Questo l’affondo del consigliere regionale di Forza Italia Giuseppe Simeone all’indomani della violenta mareggiata che nella notte tra martedì e mercoledì si è abbattuta sul litorale di Latina che fa riemergere di nuovo il problema dell’erosione e dei lavori di rinascimento su tutto il lungomare pontino.

“La stagione turistica nel Lazio è a rischio. Le imprese che operano sulla costa, da Minturno al salto di Fondi, passando per Latina e Sabaudia sono in ginocchio - commenta Simeone -. Migliaia di posti di lavoro e il futuro di tantissime famiglie rischia di essere compromesso. E la ragione sta nei mancati interventi da parte della Regione Lazio per il ripascimento delle spiagge sotto scacco delle mareggiate e dell’erosione.

Esprimo non solo la mia vicinanza agli operatori del settore ma anticipo che oggi, in occasione dell’analisi del collegato alla legge di stabilità regionale, presenterò un ordine del giorno nel quale si intende impegnare la giunta a mettere in atto tutte le azioni e gli interventi, di massima urgenza, finalizzati alla risoluzione immediata del problema”.

“La stagione estiva è entrata a regime e ci troviamo di fronte ad una realtà che è figlia, ancora una volta, della noncuranza di questa amministrazione regionale - prosegue ancora il consigliere di Forza Italia che punta il dito sul presidente Zingaretti -. Amministrare significa programmare. Zingaretti continua a fare i matrimoni con i fichi secchi. Il litorale, la costa, sono un patrimonio ma come tale necessita di interventi, di manutenzione, di investimenti.

Ancora una volta il problema è legato a questioni burocratiche - conclude Simeone -. Siamo al primo luglio e nessun provvedimento è stato assunto, nessun intervento immediato programmato. Sviluppo e competitività significa agire nell’immediato, significa provvedere ad interventi di ripascimento entro l’inizio della stagione estiva, mettere queste aziende che vivono grazie al lavoro che svolgono 4 mesi l’anno, nella condizione di avere un futuro”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Erosione, l’affondo di Simeone: “Servono interventi ma Zingaretti tace”

LatinaToday è in caricamento