menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Foto dalla pagina Facebook del sidnaco Villa)

(Foto dalla pagina Facebook del sidnaco Villa)

Esondazione del Pontone: i sindaci di Formia, Gaeta ed Itri incontrano il prefetto

Il vertice, alla presenza del presidnete della Provincia, per fare il punto della situazione dopo l’esondazione di domenica scorsa a causa delle abbondanti piogge. Le richieste dei tre Comuni

E’ stato fatto il punto della situazione dopo l’esondazione di domenica scorsa del torrente Pontone, a causa delle abbondanti piogge, nel corso dell’incontro che questa mattina c’è stato tra i sindaci di Formia, Gaeta ed Itri con il prefetto Maurizio Falco ed alla presenza del presidente della Provincia di Latina Carlo Medici. Un confronto costruttivo fortemente voluto dal prefetto Falco con l'intento di acquisire informazioni utili per accelerare la risoluzione di un problema che interessa una vasta area e diverse famiglie del Lazio meridionale.

I sindaci Villa, Mitrano e Fargiorgio, nel rinnovare al prefetto e al presidente della Provincia la loro massima disponibilità ed impegno, hanno individuato, attraverso un cronoprogramma, le azioni da intraprendere:
- bisogna intervenire con urgenza con un finanziamento regionale immediato finalizzato alla pulizia e messa in sicurezza degli argini del Rio di Itri che diventa Torrente Pontone nei territorio di Formia e Gaeta;
- predisporre per la messa in sicurezza infrastrutturale un finanziamento regionale da diversi milioni di euro o da reperire con altri fondi ministeriali, inserito tra le opere strategiche della Regione Lazio.

“Grazie alla realizzazione di questi interventi - viene spiegato in una nota congiunta dei tre Comuni -, si possono attenuare le criticità che periodicamente si presentano sul tratto interessato da esondazioni dovute a fenomeni temporaleschi sempre più frequenti. Occorre ridimensionare e ridurre quanto più possibile il rischio idrogeologico del Rio di Itri che, percorrendo il Torrente Pontone, sfocia nel Golfo di Gaeta devastando l'area che attraversa e dove si registrano i maggiori danni e disagi dovuti alle esondazioni”.

Dal canto loro i tre sindaci pontini hanno ringraziato, anche a nome delle loro comunità, il prefetto Falco il quale ha manifestato l'attenzione e la vicinanza, non solo istituzionale, al territorio e a tutte quelle famiglie che hanno subito maggiormente il disagio a seguito dell'alluvione. Tra le richieste da inoltrare alla Regione verrà quindi sottolineata la necessità di accogliere anche quella di risarcimento danni avanzata da diversi abitanti della zona.

“Un'iniziativa - ribadiscono i primi cittadini di Formia, Gaeta ed Itri - che ha dato un importante impulso al lavoro che vedrà coinvolti Enti sovracomunali, come Provincia, Regione e Ministeri e che dimostra, da parte del Prefetto di Latina, un attaccamento al territorio ed un pragmatismo che lasciano ben sperare”. In conclusione il prefetto Falco si è reso disponibile a promuovere e sollecitare gli Enti sovracomunali per “l'ottenimento dei finanziamenti necessari a risolvere il problema. Altrettanto fondamentale - concludono Villa, Mitrano e Fargiorgio - la partecipazione propositiva del Presidente Carlo Medici il quale ha ribadito che la Provincia di Latina, metterà il massimo impegno fornendo il giusto supporto per la risoluzione di un problema che ormai necessita di un immediato e definitivo intervento risolutivo”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento