Cronaca

Operai pontini morti a Lamezia: c’è attesa per il rientro delle salme

Il rientro delle salme di Alessandro Fanella e Daniele Gasbarrone dovrebbe avvenire domani; previste per oggi le autopsie mentre per mercoledì 18 settembre sono fissati i funerali. Proclamato il lutto cittadino

C’è ancora attesa a Giulianello di Cori e Sonnino per l’arrivo delle salme di Alessandro Fanella e Daniele Gasbarrone, i due operai pontini morti giovedì scorso nell’esplosione di un silo all’interno di una fabbrica di Lamezia Terme.

Inizialmente previsto per questo pomeriggio, l’arrivo delle salme dei due operai pontini di 32 anni è slittato: il rientro potrebbe avvenire, quindi, nella giornata di domani; a seguito dell’esame esterno eseguito nei giorni scorsi, infatti, il pm Luigi Maffia ha disposto anche l’autopsia che, secondo indiscrezioni, dovrebbero eseguite proprio nella giornata di oggi.

I due Comuni pontini hanno proclamato il lutto cittadino nel giorno dei funerali; l’ultimo saluto ad Alessandro Fanella è stato così fissato per mercoledì 18 settembre alle 15 presso la Chiesa di San Giovanni Battista a Giulianello.

Intanto proseguono le indagini per ricostruire la dinamica del drammatico incidente che ha portato alla morte dei due giovani operai della provincia di Latina, e di Enrico Amati, il collega senese deceduto nella giornata di venerdì dopo aver riportato ustioni sul 90% del corpo. Nelle ultime ore sono salite a due le persone iscritte nel registro degli indagati; “un atto dovuto” come lo definiscono dalla magistratura.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operai pontini morti a Lamezia: c’è attesa per il rientro delle salme

LatinaToday è in caricamento