Cronaca Aprilia

Estorsioni a suon di minacce e lesioni, due arresti ad Aprilia

Vittima un cittadino indiano costretto con la forza a consegnare 1000 euro per la restituzione del passaporto. Blitz dei carabinieri che hanno sorpreso i due in flagranza di reato

Avevano costretto un connazionale, a suon di minacce e lesioni fisiche, a consegnargli del denaro in cambio del suo passaporto. Protagonisti tre cittadini di nazionalità, 2 estorsori e una vittima.

L’illegale attività messa in atto dai due è stata scoperta dai carabinieri di Aprilia che li hanno arrestati questa mattina.

Alle prime luci dell’alba l’intervento dei militari del locale comando stazione: intorno alle 6.30, infatti, hanno sorpreso S. K. di 34 anni e P. K. di 30, entrambi braccianti incensurati e muniti di permesso di soggiorno, in flagranza di reato.

I due uomini, infatti, avevano preteso da un loro connazionale, attraverso l’uso della forza, ricorrendo a minacce e lesioni, la consegna di 1000 euro per la restituzione del passaporto.

Gli arrestati, accusati di estorsione, sono stati tradotti presso la Casa Circondariale di Latina a disposizione dell’A.G.

In un'altra distinta operazione, nella giornata di ieri, gli uomini del comando Norm di Aprilia hanno poi sottoposto a fermo di indizio di delitto un cittadino di nazionalità romena, anche lui condotto presso il carcere di via Aspromonte, accusato di aver indotto una sua connazionale alla prostituzione.

Due denunce, invece sono scattate nei confronti di un uomo, anche lui di origini romene, perchè trovato in possesso di un motorino rubato e per un cittadino del Congo, ma residente a Verona, venditore ambulante e sorpreso con 24 capi di vestiario griffati, contraffatti, destinati alla vendita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni a suon di minacce e lesioni, due arresti ad Aprilia

LatinaToday è in caricamento