Cronaca

Estorsioni ad uno studente, blitz dei carabinieri: due arresti

Sotto minacce costringevano un giovane a consegnargli telefoni, il denaro che prendeva dal portafogli dei genitori e indumenti vari prelevati dal negozio di famiglia; in manette due ragazzi

Estorsori sempre più giovani a Latina. Nella mattinata di oggi sono finiti in manette due ragazzi che costringevano uno studente a consegnargli denaro, cellulari e vestiti.

I fatti sono iniziati nel novembre scorso e perdurati fino ad oggi, quando la giovane vittima ha deciso di denunciare tutto mettendo in moto i carabinieri del comando Norm Aliquota Operativa del capoluogo. Nel giro di poco  i militari si sono messi così sulle tracce dei due ragazzi, un 25enne di origini tunisine e un 23enne di nazionalità romena.

In seguito ad un attento servizio fatto di mirate osservazioni, controlli e pedinamenti nella zona delle autolinee, i militari hanno concluso l’operazione con l’arresto degli estorsori.

I due, negli ultimi tre mesi, in diverse circostanze e sotto minaccia, hanno costretto lo studente a consegnare loro la somma complessiva di 500, che il ragazzo prendeva dal portafoglio dei genitori, due telefoni cellulari e indumenti vari, che la vittima prelevava dal negozio della propria famiglia.

Il blitz dei carabinieri è scattato questa mattina quando i due estorsori avevano preteso l’ennesimo pagamento, 200 euro in cambio di uno dei cellulari precedentemente asportati. Ma all'arrivo sul luogo dell’appuntamento per loro l’amara scoperta: ad attenderli c’erano stavolta i carabinieri che hanno fatto scattare le manette ai loro polsi.

Dopo l’arresto i ragazzi sono stati trasferiti presso la casa circondariale di via Aspromonte a Latina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Estorsioni ad uno studente, blitz dei carabinieri: due arresti

LatinaToday è in caricamento