Gina Cetrone al giudice: "E' stato Riccardo a contattarmi, mi ha costretto ad affidargli l'attacchinaggio"

L'ex consigliere regionale interrogata a Rebibbia respinge le accuse. Ascoltato anche il marito Umberto Pagliaroli

Si è difesa negando ogni accusa Gina Cetrone, arrestata ieri mattina insieme al marito Umberto Pagliaroli e a tre esponenti del clan Di Silvio – Armando, Samuele e Gianluca – nell’ambito di un’operazione coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia.

L'imprenditrice ed ex consigliere regionale, assistita dall’avvocato Lorenzo Magnarelli, è stata ascoltata questa mattina presso il carcere di Rebibbia ed ha risposto alle domande del giudice per le indagini preliminari Antonella Minunni. 

Per circa due ore e mezza la donna si è difesa respingendo tutte le accuse e contestando ogni singolo episodio che le viene attribuito: secondo il suo racconto non sarebbe stata lei a cercare Agostino Riccardo, uno dei due pentiti che l’ha chiamata in causa insieme a Renato Pugliese: al contrario sarebbe stato lui a costringerla ad affidare al gruppo del clan Di Silvio il lavoro di affissione dei manifesti per la campagna elettorale del 2016. A conclusione dell’interrogatorio di garanzia la difesa ha depositato una richiesta di scarcerazione sostenendo che non c’è rischio di inquinamento delle prove né quello della reiterazione del reato. Il gip si è riservato.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sempre questa mattina sono stati ascoltati su rogatoria anche Samuele Di Silvio che si è avvalso della facoltà di non rispondere, e Umberto Pagliaroli, il marito della Cetrone assistito dall’avvocato Cesare Gallinelli. Saranno invece interrogati domani Armando e Gianluca Di Silvio.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus: nel Lazio 1219 nuovi casi, numeri record in provincia. D’Amato: “Questi i giorni più difficili”

  • Incidente a Sabaudia sulla Migliara 53, scontro tra auto e furgone: muore un ragazzo, due feriti

  • Piazza del Popolo torna agli anni ’70: a Latina le riprese del film "L’Arminuta"

  • Coronavirus Latina, 126 nuovi casi. Sotto osservazione zone della movida e coprifuoco

  • Coronavirus, 1687 nuovi casi nel Lazio e 9 morti. E' massima allerta

  • Coronavirus Latina, nuovo record: 209 contagi e due morti. I casi sono in 22 Comuni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
LatinaToday è in caricamento