Martedì, 19 Ottobre 2021
Cronaca

Dopo l’evasione si era nascosto a Roma, arrestato Carlo Peluso

Il 32enne era scappato dalla comunità di Viterbo, dove stava scontando 5 anni per la rapina al ristorante La Lanterna, il 2 ottobre. Rintracciato dalla polizia nel quartiere di Tor Pignattara, ora andrà in carcere

Era evaso dalla comunità per tossicodipendenti di Viterbo, dove stava scontando la pena di 5 anni per la rapina al ristorante La Lanterna, lo scorso 2 ottobre e questa mattina è stato rintracciato dalla polizia di Latina a Tor Pignattara alla periferia est della capitale.

Lì si era nascosto Carlo Peluso il giovane di 32 anni, pluripregiudicato per i reati di rapina e tentato omicidio che da qualche settimana aveva fatto perdere le sue tracce.

Dopo l’evasione, gli agenti della Squadra Mobile avevano avviato immediatamente le indagini per rintracciare e oggi il giovane è stato trovato a Roma; nonostante la fuga tentata alla vista della polizia, Peluso è stato prontamente bloccato ed arrestato.

L’uomo è accusato anche della rapina avvenuta nel 2012 presso il distributore di carburante Fiamma 2000, sull'Appia, durante la quale il 32enne ed il suo complice hanno ferito, sparando, due persone prima di darsi alla fuga.

Dopo l’arresto è stato condotto presso il carcere di Regina Coeli: in seguito alla fuga dalla comunità, infatti Sostituti Procuratore  Simona Gentile ed Eleonora Tortora hanno richiesto ed ottenuto, dal gip Guido Marcelli, l’aggravamento della misura con la detenzione in carcere.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Dopo l’evasione si era nascosto a Roma, arrestato Carlo Peluso

LatinaToday è in caricamento