Cronaca

Scorribande in case, negozi e garage durante le evasioni dai domiciliari: arrestati due fratelli

I due erano stati già arrestati lo scorso 4 giugno per rapina. Ora per loro si aprono le porte del carcere

Si sono aperte le porte del carcere per due fratelli di Latina, entrambi già noti alle forze dell’ordine, che sono stati arrestati dalla polizia per reati in materia di stupefacenti, contro la persona ed il patrimonio.

Gli agenti dell’U.P.G.S.P. hanno infatti accertato la continua violazione degli arresti domiciliari da parte dei due fratelli che erano stati già arrestati dalla Squadra Mobile per rapina lo scorso 4 giugno. Gli accertamenti condotti dalla polizia hanno, infatti, permesso di appurare come i due nel corso delle loro evasioni avessero messo in atto delle vere e proprie scorribande nei negozi, garage ed appartamenti del capoluogo.

In alcune particolari circostanze i due, scoperti da personale di sicurezza di un esercizio commerciale, avevano anche posto in essere atti di autolesionismo, tagliandosi con vetri o lamette.

Il materiale investigativo raccolto a carico dei due fratelli dagli agenti della Squadra Volante ha fornito all’Autorità Giudiziaria la possibilità di chiedere un aggravamento della misura dei domiciliari riaprendo così per loro le porte del carcere. I due sono stati tradotti ed associati presso la Casa Circondariale di Pescara, a disposizione dell’Autorità Giudiziaria. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Scorribande in case, negozi e garage durante le evasioni dai domiciliari: arrestati due fratelli

LatinaToday è in caricamento