Cronaca Centro / Corso della Repubblica

Lotta all’evasione fiscale, petizione popolare della Uil: gazebo a Latina

Gazebo domenica 15 giugno in corso della Repubblica per spiegare le ragioni dell'iniziativa e raccogliere le firme. Garullo: "Ottimi i risultati fino ad ora, segnale chiaro che le persone hanno voglia di non rassegnarsi"

Raccolta firme anche a Latina contro l’evasione fiscale. L’iniziativa della Uil che dal 28 aprile scorso ha lanciato una petizione popolare per sostenere 5 proposte per una nuova lotta all’evasione fiscale.

"La Uil è da sempre il sindacato che più si è battuto per contrastare l’evasione fiscale, una vera piaga che nel nostro Paese sottrae alla collettività oltre 180 miliardi di euro ogni anno – si legge in una nota -. Soldi che, se recuperati, permetterebbero, tra l’altro, di ridurre significativamente le tasse a lavoratori dipendenti e pensionati”.

“La raccolta delle firme iniziata giovedì 1° maggio – commenta Luigi Garullo segretario generale Uil Latina - sta riscuotendo molto interesse fra cittadini e lavoratori, i quali potranno dare il proprio sostegno sottoscrivendo la petizione presso tutte le sedi Uil della Provincia di Latina, ed inoltre nella giornata di domenica 15 giugno a partire dalle ore 10.00 allestiremo un gazebo a Latina in corso della Repubblica angolo via Gramsci, per spiegare le ragioni dell’iniziativa e raccogliere le firme”.

“La raccolta di firme – conclude Garullo – sta dando ottimi risultati, segnale chiaro che le persone hanno la voglia di non rassegnarsi, soprattutto su temi delicati come l’evasione fiscale che penalizza chi lavora onestamente, si concluderà il prossimo 30 giugno ed invitiamo tutti a partecipare.”

“Queste cinque proposte della UIL –aggiungono Luigi Cavallo e Maria Carla Pucci della Segreteria Provinciale UIL - sottopongono al Governo ed al Parlamento reali e concreti interventi per contrastare questa grave anomalia che rappresenta un vulnus non solo per la nostra economia ma per il nostro stesso sistema democratico.”

“La Uil – prosegue la nota - ha impegnato quindi, tutte le strutture a mobilitarsi e ad organizzarsi nella raccolta per poter dare a questa iniziativa la più ampia diffusione e per raggiungere, entro il 30 giugno, l’obiettivo prefissato di almeno 500.000 firme. Le firme non dovranno essere autenticate. Oltre ad apporre la firma, ogni sottoscrivente dovrà solamente indicare in chiare lettere a stampatello: nome, cognome, luogo e data di nascita. La raccolta delle firme – concludono - procederà parallelamente anche on-line, tramite un link disponibile sul sito www.uil.it”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lotta all’evasione fiscale, petizione popolare della Uil: gazebo a Latina

LatinaToday è in caricamento