menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Evasione e riciclaggio, operazione "Easy Money": coinvolti due imprenditori pontini

L'inchiesta condotta dai finanziari del nucleo di polizia valutaria di Roma ha toccato anche il capoluogo. A carico dei due pontini altrettante misure interdittive

Tocca anche Latina l'operazione Easy Money condotta questa mattina dai finanzieri del Nucleo speciale di polizia valutaria di Roma, che ha scoperto un giro di fatture false e riciclaggio e un'avasione fiscale da 100 milioni di euro. Ventuno le misure cautelari di interdizione dall'esercizio dell'attività professionale e dai rapporti con le pubbliche amministrazioni, notificate a carico di altrettanti indagati, "clienti" dell'organizzazione criminale. Due di questi sono imprenditori del capoluogo pontino. 

Sequestri e perquisizioni hanno interessato anche il territorio pontino. In particolare a Latina sono finiti sono sotto sequestro due appartamenti. 

L'organizzazione era già stata colpita nel 2017, con l'arresto di quattro imprenditori della Capitale ritenuti ideatori di un sistema di frode basato sull'emissione di fatture per operazioni inesistenti. Le indagini successive ai primi arresti hanno però rivelato il ruolo di altri soggetti, che avevano precisi compiti nell'organizzazione. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Coronavirus, nuovi casi di variante inglese: focolaio a Latina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

LatinaToday è in caricamento